“L’essenziale è nella semplicità. Ecco perché il lungo cammino verso la perfezione è orizzontale”.

Così si esprimeva Philippe Petit, l’artista francese, funambolo, mimo e giocoliere che il 6 agosto 1974 compì la sua impresa più famosa e spettacolare: la traversata, a più di 400 metri di altezza, delle Twin Towers del World Trade Center di New York.

A lui deve il nome il portacandele disegnato da Martina Bartoli per Mason Editions.

Costituito da una barra longitudinale in metallo che accoglie su due lati elementi cilindrici di 10 cm, Petit è un oggetto caratterizzato da un design rigoroso e minimale, che gioca sulla proporzione e sulla distanza tra gli elementi, per conferire al progetto una dinamicità e una insolita asimmetria, che lo distingue dall’equidistanza compositiva dei più classici candelabri.

Come un filo immaginario che allontana e al contempo unisce le candele, la barra sottile (solo 4 mm) vista dall’alto crea un perfetto equilibrio tra i diversi componenti.

Elegante nella sua innata semplicità, Petit trova posto in qualunque ambiente, forte di un design perfettamente essenziale.