L’innovativo sistema di allarme firmato Nice si arricchisce della nuova linea di sensori da esterno DualTech e TriTech.

Milano, 05 marzo 2020 - Nice, multinazionale italiana leader internazionale nei settori dell’Home Automation, Home Security e Smart Home, presenta la nuova linea di sensori da esterno per il sistema di allarme MyNice.

Con MyNice è possibile gestire in modo integrato l’impianto di allarme e tutte le automazioni Nice ad esso connesse attraverso un unico dispositivo, la centrale, che è il cuore del sistema. Il risultato maggiore sicurezza, più semplicità e versatilità per la casa.

La sicurezza è garantita dalla comunicazione bidirezionale tra i diversi dispositivi del sistema di allarme, che conferma l’avvenuta esecuzione dei comandi inviati. La facilità di programmazione è data dalla procedura che guida passo-passo la configurazione dell’impianto con un’estrema semplicità d’uso, grazie al display touch a colori e al menù di navigazione intuitivo per controllare in modo semplice e confortevole tutte le automazioni connesse, anche a distanza. La versatilità di MyNice, inoltre, consente agli utenti di creare scenari a seconda delle proprie abitudini, personalizzando i diversi giorni della settimana, e di attivare in ogni momento con un semplice gesto lo scenario preferito tra quelli impostati.

La sempre più ampia gamma di rilevatori di movimento e accessori MyNice permette di creare un impianto su misura per ogni tipologia di abitazione. Nice, infatti, mette a disposizione dell’utente diversi tipi di sensori, oggi ancora più sicuri e performanti grazie alla funzione anti-accecamento, che segnala eventuali tentativi di manomissione, e alla funzione Pet Immunity, che permette di attivare l’allarme anche quando in casa sono presenti animali di piccola taglia, non rilevando la loro presenza fino ad una certa altezza da terra.

Tra le ultime novità i due rilevatori DualTech via radio Dual Band bidirezionali: il primo con fotocamera integrata per rilevare eventuali movimenti nell’area protetta fino a 12m per 100°; il secondo Long Range ad effetto tenda per rilevare eventuali movimenti nell’area protetta fino a 30m per un angolo di 5°.

A questi si aggiungono i due sensori da esterno TriTech via radio Dual Band bidirezionali, nelle versioni con e senza Pet Immunity. Entrambi rilevano eventuali movimenti nell’area protetta fino a 12m per 90° e sono disponibili anche nella versione a fascio stretto fino a 12m e 5°.

Oltre al range di sensori da esterno, la gamma da interno si amplia con il sensore per tapparelle, via radio Dual Band e bidirezionale, unico nel mercato, che garantisce una perfetta protezione grazie al rilevamento puntuale e preciso della posizione della tapparella, rilevando eventuali effrazioni o il sollevamento della tapparella dalla propria sede.

Le sirene da esterno e da interno della gamma MyNice costituiscono, inoltre, un efficace dissuasore: non appena viene rilevato un tentativo di intrusione, le sirene emettono un messaggio vocale personalizzato, seguito dall’allarme sonoro se il tentativo di intrusione persiste. Grazie al rilevatore Nice PhotoPir è poi possibile ricevere sullo smartphone, in caso di allarme o su richiesta, le immagini della zona da controllare, visibile anche al buio grazie al flash integrato.

Garanzia e protezione sono esigenze crescenti del mercato: proprio per valorizzare l’operato di Nice in termini di qualità e sicurezza, i prodotti del sistema MyNice sono stati sottoposti alle severe verifiche dell’Istituto Italiano del Marchio di Qualità (IMQ), autorevole ente indipendente garante di sicurezza e affidabilità. In seguito a quest'ultime, il sistema MyNice ha ottenuto la certificazione EN 50131, Grado II, dimostrando di realizzare prodotti conformi alle più recenti normative europee, con una forte attenzione nei confronti dei consumatori.

Nice offre un vantaggio in più: MyNice World app, che permette di gestire via smartphone il sistema di allarme e le automazioni Nice connesse alla centrale come tende, tapparelle, cancelli, porte da garage, sistemi di illuminazione e di irrigazione.

Fonte Ufficio Stampa EY Advisory