Vimar e Philips Lighting. Una nuova partnership per offrire soluzioni ad alto valore aggiunto. 


Nell’ambito di VIEW, la visione Vimar nell’ambito dell’IoT per la casa e gli edifici intelligenti, nasce una partnership importante con Philips Lighting, il leader mondiale nel settore dell’illuminazione.

Presentata in anteprima a Francoforte da entrambe le aziende durante la fiera Light & Building 2018, la partnership prevede l’entrata di Vimar nel programma Friends of Hue, nato per estendere l’ecosistema Philips Hue e includere maggiori opzioni per i consumatori nel controllo delle luci smart.

L’esperienza tecnologica e il design di Vimar, che trova la sua massima espressione nella sua offerta di serie civili, si sposa oggi con la tecnologia wireless per il controllo intelligente delle lampade Hue Philips Lighting.

I nuovi comandi Vimar - disponibili a partire dall’ultimo trimestre 2018 in linea con il piano di sviluppo Philips Hue - si basano su motore tecnologico Energy Harvesting e garantiscono il pieno controllo delle lampade wireless attraverso la tecnologia di power harvesting nel totale rispetto dell’ambiente grazie all’assenza di batterie.

Caratterizzati da un design in linea con gli ormai apprezzati canoni stilistici dell’azienda italiana, i nuovi dispositivi vestono le forme delle tre principali serie civili di Vimar – Eikon, Arkè e Plana - per garantire il completo coordinamento estetico con le prese energia, le prese dati e tutti i vari dispositivi da incasso del catalogo Vimar.

Da oltre 70 anni Vimar gestisce l’energia di qualsiasi edificio, dal piccolo appartamento al grande centro commerciale o direzionale, dalla prestigiosa villa al bed &breakfast o agli hotel di grandi dimensioni. Ed è in questo scenario tecnologico fortemente dinamico che, grazie a VIEW ed alla partnership con Philips Lighting, l’azienda si pone in prima linea sul fronte dell’innovazione garantendo al mercato la sua ampia gamma di soluzioni, integrabili in qualsiasi contesto architettonico e adatte a qualsiasi stile abitativo.

 

 

 

fonte: Ufficio Stampa e P.R. Gagliardi & Partners