L’illuminazione entra in una nuova era

Caratterizzati da un design in linea con gli elevati canoni stilistici che caratterizzano l’intera offerta Vimar, e in grado di coordinarsi perfettamente con le serie civili Eikon, Arké e Plana per il massimo della personalizzazione di forme, materiale e colori, i nuovi comandi in radiofrequenza sono in grado di integrarsi perfettamente con qualsiasi contesto abitativo.

Una soluzione ideale per ristrutturazioni, cambio di destinazione d’uso o di arredamento e installazioni sottoposte a vincoli architettonici/normativi.

Posizionabili praticamente ovunque, anche su superfici come vetro o legno, i nuovi comandi wireless Vimar offrono la massima libertà di installazione, non necessitando di opere murarie e ritinteggiatura delle pareti. Questo perché non richiedono collegamenti filari: la trasmissione del segnale avviene via radio e la loro alimentazione è ricavata dall’energia generata premendo i tasti. Non servono nemmeno le batterie, che non dovranno così essere sostituite e smaltite, nel pieno rispetto dell’attenzione all’ambiente.

Sviluppati sulle tecnologie radiofrequenza EnOcean, Bluetooth® e ZigBee, i comandi modulari sono installabili su scatole da incasso standard o sono applicabili con biadesivo su qualsiasi superficie, garantendo la possibilità di spostarli in caso di necessità.

Alla facilità di installazione si aggiunge inoltre un’importante novità: interfacciandosi perfettamente con i prodotti dei principali player del settore illuminotecnico che hanno adottato le tecnologie Xicato|GalaXi e Casambi, questi comandi connessi permettono una gestione smart dell’illuminazione attraverso le diverse App dei produttori di lampade compatibili (per esempio Flos, Target ed Osram), sia in contesti residenziali che commerciali.

Il percorso che Vimar ha da tempo avviato tramite VIEW, con l’obiettivo di dare vita ad edifici sempre più connessi e che consentano di vivere nel modo più smart possibile, segna così un’ulteriore tappa di innovazione tecnologica e stilistica.

 

Fonte: Ufficio stampa Gagliardi & Partners