Lo studio fiorentino Pierattelli Architetture ha progettato 11 appartamenti per un concetto di accoglienza che coniuga il comfort di una casa ai servizi e comodità di un albergo.

Firenze. Nei pressi della Fortezza da Basso, lontano dal turismo di massama a due passi dal centro, sorge M7 Contemporary Apartments: uno spazio dioltre 1000 metri quadrati, composto da 11 appartamenti pensati per combinare comfort, design e accoglienza.

Posto all’interno di un edificio neoclassico -che lo studio Pierattelli Architetture ha ridisegnato in una nuova, originale, struttura ricettiva -il progetto rappresenta la più recente evoluzione di un nuovo modellodi ospitalità portato avanti dallo studio di architettura fiorentino: un concept che pone al centro il visitatore e il desiderio di viaggiare pur sentendosi a casa. Nascono così strutture alberghiere all’insegnadi un sapiente mix dilusso, design e accoglienza.

Il progetto M7 Contemporary Apartments è partito dalla riqualificazione di uno storico edificio neoclassico completamente reinterpretato nei suoi interni, creando una suddivisione spaziale volta alla massima funzionalità e al recupero di ogni ambiente utile.

Il risultato sono 11 ampi appartamenti -mono,bi e trilocali -tutti dotati di cucina e zona living: spazi pensati per poter vivere a pieno ciascuna unità abitativa e sentirsi a casa propria anche viaggiando, avvolti in un’atmosfera tranquilla e rilassante.

Le stanze si caratterizzano per un design pulito e lineare, composto da arredi dal tocco intimo e raffinato. Il progetto permette di esaltare le diverse anime che convivono all’interno di M7, quella classica e quella contemporanea.

Gli 11 appartamenti sono dominati da toni chiari e leggeri che conferiscono un’atmosfera intima e accogliente. A questi si contrappongono legni caldi, come il noce canaletto, e tocchi di colorenetti e decisi come il verde smeraldo ed il blu elettrico, che danno agli ambienti un estro ricercato e contemporaneo.

Ogni unità è curata nei minimi particolari con arredi realizzati su misura: dagli armadi ai divani, dai tavoli alle luci soffuse, ogni complemento e dettaglio è stato studiato per conferire unicità e charme a ciascuna camera, per un vero soggiorno a 5 stelle. Fiore all’occhiello, una selezione di oggetti icona del design italiano, che arricchiscono le stanze e gli esterni.

La diversità fa dunqueda catalizzatore principale: soggiornare in un appartamento M7 significa vivere una storia unica, con spazi capaci di differenziarsi tra loro, ma accomunati dalla stessa cifra stilistica. Non solo semplici stanze d’albergo, ma ambienti che vogliono offrire un nuovo modo di viaggiare, un rifugio dove vivere ed emozionarsi.

Pierattelli Architetture

Eclettismo, ricerca e mutamento sono i cardini del lavoro di Pierattelli Architetture, studio fondato negli anni ’80 a Firenze da Massimo Pierattelli. Ogni architettura è pensata come un gesto sartoriale, modellata non esclusivamente intorno al cliente, ma anche al contesto nel quale si colloca.

Reinterpretare il passato ed immaginare il futuro diventano, quindi, il principale fondamento del lavoro e delle opere della Pierattelli Architetture.

I progetti dello studio, con alle spalle quasi 40 anni di esperienza, spaziano dai centri direzionali alle grandi infrastrutture, dall’hotelleire alle abitazioni, dagli spazi industriali al design. Tra i più noti citiamo: la sede Arval a Scandicci (Firenze), il Learning Center, Auditorium e Turbine Building per GE Oil & Gas a Firenze, il centro direzionale Kortimed a Valencia, UnipolSai Villa Cicogna e Learning Center a Bologna, a Firenze i luxury apartment hotel Domux Home, M7Contemporary Apartments e l’hotel Number9, la sede Cariprato a Prato.

 

Fonte: Ufficio Stampa Nemo Monti