A un anno dalla sua importante virata stilistica e in vista di quello che sarebbe stato il Salone del Mobile 2020, Turri ha confermato la collaborazione con Andrea Bonini.

La sua collezione Zero, proposta nel 2019, è stata già ideale ambasciatrice di quel ‘cambiamento’ che ha portato l’azienda a diventare protagonista del gusto contemporaneo internazionale, interprete di una nuova concezione del ‘vivere nella bellezza’. Ed è proprio al gusto contemporaneo, infatti, che si rivolge la nuova collezione Zenit.

Abbandonando qualsiasi rimando al passato, Bonini ha scelto di reinterpretare le linee del mondo nautico e automobilistico, settori nei quali da sempre si armonizzano lusso, design e artigianalità. Linee sinuose, giochi di sovrapposizione e attenta scelta dei materiali definiscono una collezione che non vuole spingersi all’eccesso del futurismo, ma che guarda invece all’arte astratta di Agostino Bonalumi e Lucio Fontana.

Autore del Primo Manifesto dello Spazialismo, Fontana credeva nella necessità della ‘pura immagine aerea, universale, sospesa’, ed è all’idea di leggerezza che Bonini si è ispirato per disegnare i complementi, in particolare quelli della zona giorno. La si ritrova infatti nelle basi metalliche delle sedie, del tavolo, della madia e della vetrina, a sorreggere mobili dalle linee arrotondate, che sembrano quasi fluttuare.

La sovrapposizione di piani, e quindi di ‘spazi’, è elemento caratterizzante di tutta la collezione, evidente soprattutto sui piani o sulle ante degli elementi contenitivi. Nella madia, ad esempio, la struttura e le ante curvate in pelle ne abbracciano una centrale in legno, liscio o lavorato, e i piani d’appoggio giocano sull’accostamento di legno e marmo, posti l’uno sopra l’atro per creare un doppio top. Nella vetrina le ante rivestite in pelle quasi avvolgono il mobile, caratterizzato però nella parte superiore da una ‘teca’ in vetro, estremamente leggera.

Ma è proprio la sospensione l’ideale sintesi di tutta la collezione, evidente nella sottile base delle sedie e nelle gambe del tavolo, entrambe in metallo laccato. La struttura delle prime è rivestita in pelle o tessuto, con comodi cuscini per lo schienale e per la seduta; nel tavolo le gambe sono impreziosite da una copertura in legno laccato, lo stesso materiale del top, disponibile anche in marmo.

Zenit è una collezione avvolgente, le cui linee sinuose, quasi circolari, coinvolgono in una nuova esperienza del lusso contemporaneo tra design ricercato, materiali preziosi e quella sapienza artigianale che è tipica di Turri.

 

 

 

 

 

Fonte:
Press Office Cavalleri Comunicazione