L'evoluzione tecnologica nei serramenti aiuta non solo a isolare dal freddo ma a bloccare l'umidità ed evitare fastidiosi problemi di condensa. Un vantaggio anche per la qualità dell'aria oltre che per le spese in bolletta.

Spesso sottovalutata, la condensa è una sgradita sorpresa che si presenta nei mesi più freddi e può compromettere le superfici di pareti e serramenti con muffe e antiestetiche macchie di umidità.
Sia le finestre in legno (più naturali e termoisolanti) Navello che le porte per esterni Dierre dispongono di nuovi sistemi per proteggere la casa dall'umidità. 

I serramenti Navello sono dotati di canalina warm edge (letteralmente bordo caldo) in acciaio inossidabile e polipropilene, con una capacità isolante doppia rispetto a quella in alluminio che abbassa il valore di trasmittanza termica (la capacità isolante) dell’intero serramento.
Un plus cui si aggiunge la riduzione della condensa lungo il bordo della finestra, nonchè quella di muffe e di alterazioni di colore. Per arieggiare gli ambienti senza sprecare energia Navello propone su tutti i serramenti la doppia apertura a tirare e con “antaribalta” (o vasistas). La forbice di apertura da 13 o 170 mm, permette di regolare la dispersione di calore.

La porta blindata Dierre Synergy Out è equipaggiata con uno speciale telaio in PVC con anima in acciaio. Una soluzione che coniuga robustezza a valori di isolamento termico da primato: raggiunge infatti una trasmittanza termica 7 volte più bassa di quella di un telaio tradizionale.
Un dato che risolve definitivamente i problemi di condensa nelle stagioni fredde - evitando danni al rivestimento di cornici e porta - e migliora sensibilmente le prestazioni dell'intero serramento. Bloccando le dispersioni di calore in tutte le stagioni si riducono anche le spese di climatizzazione e riscaldamento.


Informazioni: www.navello.it www.dierre.com

Fonte Ufficio Stampa Threesixty