In mostra a Orlando le grandi lastre WIDE con spessore maggiorato 12 mm e le innovative superfici di tendenza

ABK ha presentato a Coverings, la più importante fiera americana dedicata alle superfici ceramiche, le novità del programma di lastre WIDE 160x320 cm, negli spessori 6 e 12 mm, ideate per superare i tradizionali confini della ceramica e offrire nuove opportunità di impiego nel mondo dell’arredo, oltre alle collezioni NATIVE e GHOST, interpreti delle ultime tendenze del design italiano.

Il percorso espositivo ABK, in occasione della fiera di Orlando, ha permesso ai visitatori di scoprire un universo materico e cromatico che spazia dai marmi ceramici, alle pietre, fino agli intonaci vintage: non solo superfici, ma soluzioni progettuali per l’architettura e il design contemporaneo.

La collezione NATIVE, che prende spunto dal particolare cromatismo dei porfidi trentini, si distingue per la texture omogenea e garbata e si fa interprete di una tendenza generale che riporta in primo piano i materiali lapidei a grana fine. GHOST invece, con una gamma vivace e articolata di colori, formati e decori ispirati alla stratificazione degli intonaci delabré, è caratterizzata da una ricchezza di dettagli che conferisce un carattere speciale ad ogni ambiente, sia a rivestimento che a pavimento.

Le grandi lastre in gres porcellanato, considerato universalmente fra i materiali più pratici e resistenti, stanno conquistando il mondo dell’arredo: dalla realizzazione di top e tavoli per l’ambiente cucina fino al mobile bagno, con applicazioni anche in ambito contract e Ho.Re.Ca. Anche ABK soddisfa a 360° queste esigenze, con l’estetica versatile di una gamma sempre più ampia.

 

Fonte: Ufficio Stampa Threestudio