DÉSIRÉE e MARC SADLER, STORIA D’AMORE E DI IMBOTTITI
Il designer austro-francese raccontato attraverso l’evoluzione dei suoi divani

 

L’essenza delle creazioni Désirée è profondamente legata a uno dei suoi designer di punta, Marc Sadler. La collaborazione, iniziata oltre una decade fa, ha generato una straordinaria evoluzione creativa, che si è sviluppata, anno dopo anno, in modelli che hanno fatto la storia del brand di Gruppo Euromobil dedicato agli imbottiti.

Austriaco di nascita, passaporto francese e milanese d’adozione, il quattro volte “Compasso d’Oro” Sadler ha esordito in Désirée con la poltrona Filo nel 2007 e l’anno successivo con Kara, altra poltrona divenuta un best seller del brand.

Tra le creazioni di divani firmati Marc Sadler per Désirée ricordiamo il Glow-in, di assoluta bellezza. Un accogliente modello oversize che, come una moderna stuoia senza tempo, trova il proprio posto ideale nell’habitat delle case contemporanee e negli ambienti oggi più frequentati. Le sue sedute ampie, completate da isole, penisole, elementi centrali e laterali, con e senza braccioli, fanno rilassare persone d’ogni età, senza mai essere scontati: grazie agli elementi sfoderabili, Glow-in sa mutare aspetto insieme alla nostra creatività.

Il prezioso lavoro che Sadler ha svolto per Désirée non si è mai arrestato: lo dimostra l’evoluzione creativa che dal modello Glow-in è stata riversata su Monopoli, un divano ancor più libero nella sua vocazione compositiva, dalla forte personalità perché in grado di interpretare lo stile geometrico a seconda del gusto di chi lo sceglie, grazie a schienali e braccioli posizionabili liberamente ovunque, per un nuovo sistema di sedute originale e distintivo.

E poi, ancora, l’exploit dello scorso anno con Lovely Day, divano da centro stanza concepito per i momenti conviviali della giornata o per un romantico tête à tête. Stupisce il piede sculturale metallico che lo solleva da terra, rendendolo leggero, quasi sospeso. Se con i primi due modelli Sadler invitava a un tuffo, con Lovely Day cambia il paradigma, caratterizzando questo imbottito per la pulizia e la contemporaneità del segno. Un divano-scultura, che si plasma a seconda delle esigenze con i suoi cuscini autoportanti movibili, che si possono posizionare con angolature diverse, garantendo a chiunque vi si sieda il giusto comfort.

Una storia d’amore ancora in pieno corso, che culmina nella novità 2018: Haneda. Una collezione che torna a guardare al living come luogo di puro relax, rappresentando la quintessenza della filosofia Désirée, dove l’eleganza si fonde con la funzionalità. L’evoluzione si esprime nell’anima di un “divano-non-divano”, ovvero un sistema destrutturato di sedute e schienali movibili, un richiamo al tatami, che evoca l’ispirazione alla stuoia del capostipite Glow-in. Un altro fil rouge lega Haneda ai modelli pregressi: lo schienale viene proposto anche senza seduta, in abbinamento agli elementi imbottiti dei precedenti divani Désirée by Sadler: Monopoli, Endor e Lovely Day.