De Castelli raddoppia il proprio spazio espositivo al Salone invitato nel nuovo padiglione S.Project, dedicato all’architettura d’interni, con un allestimento che descrive il panorama completo delle collezioni di arredo e superfici.

L’azienda sceglie di aderire al concept ideato dal Salone del Mobile e si sposta al padiglione 22 per offrire una più ampia prospettiva sulle inedite sperimentazioni dedicate al metallo, esprimere le potenzialità progettuali e raccontare la capacità di sviluppare soluzioni custom in collaborazione con architetti, designer, altri brand.

Il percorso espositivo si apre all’ingresso, con un bancone e una superficie a parete modellati come un meraviglioso drappeggio in rame. Una “piazza” accoglie i visitatori al cui centro è posizionata la grande panca collettiva, nata da un’idea di Cino Zucchi: un nastro continuo in ferro DeLabré che variando su tre diverse altezze diventa seduta, appoggio, consolle.

Da questo punto centrale è possibile scoprire la sequenza delle ambientazioni che mettono in scena i nuovi complementi, gli update, una selezione dei prodotti già in gamma e le superfici. Completa l'allestimento l’ampia materioteca, ad accesso riservato ma visibile a tutti grazie alla parete vetrata che valorizza il prezioso patrimonio di materiali e finiture che l’azienda ha messo a punto in anni di costante ricerca.

 

Fonte: Ufficio Stampa Umbrella