Cucine

Frame Kitchen Outdoor: la novità di Fantin

È la Frame Kitchen Outdoor, disegnata da Salvatore Indriolo, una delle novità di Fantin

La pluripremiata cucina workstation, vincitrice dell’Archiproducts Design Award 2018 e dell’ADI Index 2019, da oggi è disponibile anche per esterno grazie a un trattamento di cataforesi che previene la formazione della ruggine e consente un’elevata resistenza agli agenti atmosferici: Fantin inaugura questo nuovo segmento di mercato, consapevole che la versatilità, il colore e la resistenza dei propri prodotti saranno soluzioni efficaci per rispondere alle esigenze di personalizzazione degli spazi aperti.

Le Frame Kitchens – per esterni – sono offerte in 13 finiture di colore (suddivise in basic, metallic ed earth) a 2 o 3 moduli (128 o 188 cm di larghezza) con top in acciaio Barazza, e possono essere dotate di barbecue integrato a gas in inox, che consente di cucinare senza fumo e con grande praticità, grazie alla qualità dei materiali e all’alta tecnologia impiegata.

La versatilità funzionale dell’abaco compositivo si moltiplica grazie a una sorprendente palette cromatica (composta da 46 diverse tonalità per la cucina indoor), dalle più delicate ai colori più intensi, che accendono la collezione permettendo molteplici soluzioni estetiche, senza mai dimenticare la sostenibilità che i prodotti Fantin riescono a garantire perché realizzati quasi esclusivamente da elementi monomaterici in metallo 100% riciclabile e da finiture a polveri atossiche prive di metalli pesanti.

La Frame Kitchen Outdoor permette di ampliare ulteriormente il programma pluriennale Frame, presentato nel 2018 e che già comprende tavoli, contenitori e librerie di diverse dimensioni: tutte le tipologie della collezione sono costruite da solidi telai in tubo quadro e sempre in vista, quasi a voler omaggiare il frame in quanto tale e lo stesso metallo che lo compone, che rappresenta l’anima di Fantin, che da oltre 50 anni lo lavora con ingegno e passione.

La collezione Frame infatti, è nata sulla base di un know how altamente specializzato, in grado di soddisfare le esigenze di un design minimale caratterizzato da solidità strutturale e proporzioni accurate, comune a tutti gli elementi che appartengono al programma.

FANTIN

Dal 1968, Fantin crea con passione arredi e soluzioni in metallo, riconosciuti dal mercato per un valore imprescindibile: la qualità, intesa come sintesi di bellezza, solidità ed eco-sostenibilità.

Tutti i mobili Fantin, curati nei dettagli della tecnica e dell’estetica, si adattano ai contesti più diversi: dalla casa all’ufficio, fino alla collettività e all’industria.

Questa trasversalità, dovuta alla possibilità di personalizzare il singolo prodotto come la richiesta più complessa e all’ampia palette colori – ben 47 finiture in gamma -, è la chiave che ha permesso di ottenere prestigiose partnership in tutto il mondo, aggiungendo all’ingegno del progetto la qualità sartoriale dell’offerta. Fantin ha tracciato una forte evoluzione negli ultimi anni grazie alla collaborazione con Salvatore Indriolo, Art director del brand e designer della pluripremiata Frame Collection – di cui la Cucina è stata vincitrice dell’Archiproducts Design Award 2018 e selezionata nell’ADI Index 2019. Pensata per estendersi in un programma pluriennale, ad oggi la collezione comprende cucine, tavoli, contenitori, librerie e complementi di diverse dimensioni: tutte le tipologie sono costruite da solidi telai in tubo quadro e sempre in vista, quasi a voler omaggiare il frame in quanto tale e lo stesso metallo che lo compone, che rappresenta l’anima di Fantin.

FANTIN ART DIRECTOR – SALVATORE INDRIOLO

Salvatore Indriolo è laureato in Industrial Design allo IUAV di Venezia. Si occupa di progettazione e di sviluppo prodotto, oltre a seguire attività di consulenza e direzione artistica. La sua idea di design lo porta alla costante ricerca della semplificazione stilistica, ponendo grande attenzione ad ogni sfumatura del processo creativo.

Salvatore Indriolo lavora per prestigiose aziende, fra le quali: Bosa Ceramiche, Capodopera, Falper, Dorsal, Horm, Manfrotto Group, Minotti Cucine, Metalco, Zanotta.

È Art Director di Fantin dal 2013.

Fonte: Ufficio Stampa Ghénos Communication

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.

Visualizza altro:Cucine