Illuminazione

Collezione 2021 di Kundalini: lampade dalla forte componente estetica

Kundalini, brand di illuminazione specializzato nell’ideazione e produzione di lampade decorative, prosegue la sua indagine sulla materia e sulla luce presentando la nuova collezione 2021: lampade a sospensione, da terra e da tavolo si distinguono per la forte componente estetica caratterizzata da forme poetiche.

La ricerca in ambito tecnologico unita a un’attenta selezione dei materiali è essenziale per Kundalini nel processo di progettazione delle lampade. Ogni modello è frutto di uno studio dettagliato volto a comprendere quale materia si adatta maggiormente alla sua conformazione: metallo, vetro, ceramica e plastica vengono lavorati da produttori esperti per garantire la massima qualità del prodotto.

L’azienda interpreta con le sue collezioni forme essenziali e ispirazioni della natura i cui profili vengono trasposti in oggetti luminosi dalla forte carica estetica.

Tyla, lampada da terra, ideata da Marc Sadler, che si ispira con il suo profilo alla pianta acquatica Typha latifolia. Tre steli filiformi fungono da sostegno, mentre il paralume in vetro soffiato, con il suo design leggero ed etereo, crea luminose frastagliature che ricordano il movimento delle piante mosse dal vento.

La struttura di Dala, lampada a soffitto disegnata da Francesca Smiraglia, riprende il movimento di una corolla abbracciando la luce con le due scocche metalliche. La loro sovrapposizione richiama i petali di un fiore che circondano il grande diffusore al centro.

Non mancano, inoltre, i riferimenti all’eredità del passato, costituita da forme geometriche e segni che richiamano la quotidianità – come i profili di lampadine e bicchieri – trasposti nel presente in modo nuovo e contemporaneo, giocando con la materia per plasmare oggetti luminosi dalla forte componente evocativa.

Da questo studio nascono Bolha e Jer, sospensioni in vetro disegnate da Valerio Sommella e Anonima Luci. La prima si distingue per la sua forma a bolla, eterea e trasparente. Il cilindro al centro richiama i filamenti delle tradizionali lampadine a incandescenza e crea, in dialogo con il vetro, particolari rifrazioni nell’ambiente.

Il volume cilindrico di Jer, costituito da molature eseguite a mano sulla superficie che disegnano un pattern geometrico lineare, rimanda agli iconici bicchieri vintage rivisitati in chiave contemporanea. Jer si adatta al living definendo ambientazioni a dai toni soffusi.

L’archetipo del cerchio è indagato da Robert Dabi con Poise, lampada da tavolo in cui la luce è protagonista. L’asta tangente in metallo consente di disegnare configurazioni luminose sempre differenti attraverso un’interazione diretta dell’utente.

Estetica e funzionalità convivono nella nuova proposta di Kundalini con l’obiettivo di migliorare la fruizione degli spazi, residenziali e contract, attraverso la luce.

Fonte: Ufficio Stampa Rota&Jorfida | Italia

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.

Visualizza altro:Illuminazione