Il Salone del Mobile. Milano

Metamorphosis di Champagne Perrier

Champagne Perrier-Jouët presenta METAMORPHOSIS opera di Andrea Mancuso – Analogia Project

Con Metamorphosis, Perrier-Jouët rinnova il suo dialogo tra natura, champagne e design, per un nuovo e artistico rituale di degustazione.

Perrier-Jouët, iconica Maison di Champagne riconosciuta per la finezza e l’eleganza delle sue cuvée, in occasione del Fuorisalone 2021 presenta a Milano ‘METAMORPHOSIS’, l’originale installazione realizzata da Andrea Mancuso, il designer italiano che attraverso pratiche multidisciplinari, si serve del design come mezzo per reinterpretare la realtà e creare connessioni emotive con lo spettatore.

Al Fuorisalone 2021, Metamorphosis è presentata nella suggestiva location di Piazza San Marco a Milano all’interno dell’evento dOT (design Outdoor Taste) e mette in relazione i vigneti della Maison con le sue cantine e i suoi champagne. L’installazione stimola la curiosità dello spettatore, con il quale interagisce facendogli cogliere sia gli aspetti più conosciuti che quelli inaspettati. La forma di ciascuno degli elementi di ceramica che compongono l’installazione ricorda le bottiglie che riposano nelle cantine, mentre la tavolozza dei colori evoca l’immagine dei vigneti di Perrier-Jouët nel periodo della vendemmia. Il progetto si ispira alla Maison Belle Epoque di Epernay, dove l’atmosfera eterea e silenziosa delle cantine incontra i colori vibranti e la luce dei vigneti.

L’opera ha permesso a Maison Perrier-Jouët di rinnovare il suo dialogo tra vino e natura e di proporre un nuovo rituale di degustazione.

Maison Perrier-Jouët fin dalla nascita ha sostenuto una sua distintiva visione del mondo, ispirata dallo spirito libero dei suoi fondatori e dal movimento dell’Art Nouveau. Una visione che ha come capisaldi un approccio originale allo champagne e l’osservazione della natura in modo non convenzionale, due principi che danno forma a tutto ciò che la Maison crea.

Il progetto, commissionato dalla Maison di Champagne è stato presentato a Miami Art Basel e arriva per la prima volta in Italia, per un innovativo omaggio a Milano e alla Design Week.

A proposito di Perrier-Jouët

Fondata nel 1811 a Epernay, Maison Perrier-Jouët è una delle Maison di Champagne più storiche, ma anche una delle più caratteristiche, riconosciuta per i suoi champagne floreali e complessi che rivelano la vera essenza delle uve Chardonnay oltre che una lunga tradizione di artigianalità – una expertise senza eguali ottenuta grazie al lavoro di soli otto Chef de Caves sin dalla sua fondazione.

Perrier-Jouët è una Maison dallo spirito familiare, profondamente influenzata dall’amore dei suoi fondatori per la natura e per l’arte, due ispirazioni che permettono di creare esperienze eccezionali e momenti di meraviglia che arricchiscono la vita quotidiana. Dalla sua collaborazione nel 1902 con il pioniere dell’Art Nouveau Emile Gallé, creatore dell’anemone per la sua cuvée de prestige Perrier-Jouët Belle Epoque, Perrier-Jouët ha commissionato lavori ad artisti affermati ed emergenti come Bethan Laura Wood, Daniel Arsham, Noé Duchaufour- Lawrance, Miguel Chevalier, Makoto Azuma, Tord Boontje, Studio Glithero e Simon Heijdens, e più recentemente Vik Muniz, mischer’traxler, Ritsue Mishima, Andrew Kudless, Luftwerk e Andrea Mancuso

Fonte: Ufficio Stampa Grazia Lotti

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.