Calore ‘materico’, design contemporaneo e creatività per Waffle, il nuovo e sorprendente radiatore per soggiorno nato dalla collaborazione tra Antrax IT e Piero Lissoni. 


Calore ‘materico’, design contemporaneo e creatività per Waffle, il nuovo e sorprendente termoarredo nato dalla collaborazione tra Antrax IT e Piero Lissoni.

Con Waffle, Antrax IT esprime una nuova concezione della materia, delle sue funzionalità e delle possibili applicazioni: il materiale dà forma e sostanza al calore, trasformandolo in benessere e comfort abitativo.
Il radiatore per soggiorno nasce, infatti, da un pensiero progettuale che mira a una sintesi ideale tra elemento tecnico, capace di assicurare elevate performance in termini di riscaldamento e sostenibilità, e complemento d’arredo decorativo.

Realizzato in fusione di alluminio riciclabile, Waffle riprende il concetto dello storico termosifone in ghisa, lo reinterpreta nella forma, linee geometriche e superficie plasmabile, e nei materiali.
Waffle possiede uno straordinario potere materico, aspetto che gli conferisce una forte e inconfondibile personalità, capace di definire il carattere stesso dello spazio che lo accoglie e di trasformarlo in un luogo esclusivo e funzionale. Waffle è proposto in undici verniciature goffrate a polvere, cinque delle quali sono state sviluppate in collaborazione con il designer unicamente per questa collezione.

Frag, Crag, Lrag, Arag e Mrag - così si chiamano le inedite finiture - sono pensate per rievocare, anche al tatto, l’immaginario storico dei radiatori in ghisa. La sua impronta materica, unita a un alto potere radiante e ad avanzate prestazioni tecniche, è ulteriormente valorizzata dall’inserimento di un nuovo maniglione in legno, che rende il radiatore estremamente funzionale nell’ambiente bagno.

Sia le finiture superficiali sia l’accessorio, in noce e frassino naturale, sono disponibili esclusivamente per questa famiglia di prodotto Antrax IT e ne fanno un progetto sartoriale, personalizzabile anche nelle dimensioni: il modulo di Waffle, con sola alimentazione ad acqua, può essere replicato fino a cinque elementi, sviluppati in orizzontale o in verticale.