Effetto oscillante e unica linea continua per la sedia in tubolare d’acciaio S 35

Design Marcel Breuer, 1929

Leggerezza, movimento e comfort sono le cifre distintive di questa cantilever di epoca Bauhaus che abbandona ogni pesantezza e inerzia, specchio di una mentalità moderna ancora visionaria nel 1930, ma oggi assolutamente contemporanea, riflesso della mobilità e dell’individualismo del nostro modo di vivere.

Con il modello S 35, Marcel Breuer è riuscito a condensare in un’unica linea continua tutte le funzioni di una poltrona cantilever in tubolare d’acciaio. In questo modo l’effetto elastico del modello cantilever risulta raddoppiato dal momento che i braccioli, flettendosi indipendentemente dalla seduta, controbilanciano l’oscillazione della struttura della seduta e dello schienale proiettati all’indietro. Per un maggior comfort è disponibile uno sgabello poggiapiedi abbinato alla poltrona, anch’esso costruito con lo stesso effetto elastico. Questa confortevole poltrona club fu presentata per la prima volta nel 1930 al “Salon des Artistes Décorateurs” di Parigi come contributo del Deutscher Werkbund. L’esposizione mostrava un’anteprima di un prototipo di arredamento per l’appartamento di un grattacielo, ad opera di Breuer in collaborazione con Walter Gropius e Herbert Bayer.

Telaio in tubolare d’acciaio cromato. Seduta, schienale e sgabello in cuoio pieno fiore nero, pelle di bufalo marrone o pelle di vacca. Appoggiabraccia in faggio mordenzato o noce trattato a olio. I modelli dotati di telai con superficie “ThonetProtect®” e tessuto a rete del rivestimento resistente ai raggi UV (versione “Thonet All Seasons”) sono adatti a essere utilizzati sia all’esterno che all’interno degli edifici. Appoggiabraccia in iroko. Disponibile con cuscino supplementare.

Fonte Ufficio Stampa Ghénos Design Communication