Sistema in alluminio per facciata a cellule Schüco AF UDC 80. Modularità architettonica per gli edifici di domani

Nasce oggi l’esigenza di riprogettare gli spazi dell’abitare del futuro per una nuova urbanizzazione che pone al centro da una parte l’individuo con le sue esigenze di benessere e dall’altra il rispetto e la tutela dell’ambiente. Per questo, architetti e investitori dovranno affrontare la sfida di ripensare e ottimizzare l’utilizzo dello spazio nelle città, per trasformarlo nel luogo dell’abitare del futuro.

Gli edifici con sviluppo verticale, sia a scopo residenziale che a scopo commerciale, rappresentano un’esigenza e un’opportunità, in quanto garantiscono flessibilità progettuale e ottimizzazione delle risorse economiche, soddisfacendo criteri sempre più esigenti riguardanti la funzionalità degli spazi, l’efficienza energetica e il comfort.

I sistemi per facciate in alluminio Schüco rispondono a queste necessità in quanto garantiscono totale libertà progettuale, facilità di installazione e tempi di realizzazione ridotti, grazie ad una posa semplificata.

Con il nuovo sistema in alluminio Schüco AF UDC 80 (Aluminium Façade Unitized Dymanic Construction), l’Azienda ha sviluppato un sistema dinamico per facciata a cellule, basato su un impianto costruttivo tailor-made modulabile e scalabile, che oltre a una varietà di applicazioni standardizzate, si presta alla massima possibilità di personalizzazione grazie all’integrazione con materiali e componenti funzionali differenti , come la ventilazione o le schermature solari, oppure tra elementi fissi e apribili a scomparsa totale.

Un sistema completo e altamente modulare che consente di dar forma a innovative geometrie variabili, per edifici dall’aspetto unico, con performance ai massimi livelli di resa termica e acustica, per mettere il benessere degli individui al centro. Inoltre, grazie a una produzione semplificata dei componenti, i tempi di produzione e di consegna si riducono notevolmente, con conseguenza di minori costi per la committenza.

Numerosi vantaggi anche per il serramentista: l’uniformità della componentistica consente una grande facilità di assemblaggio in un ambiante sicuro e protetto come l’officina e una successiva posa in cantiere veloce e semplificata.

Tre i nuovi sistemi disponibili: il modulo base Schüco AF UDC 80, declinato poi nella versione AF UDC 80 CV (Concealed Vent) che consente l’integrazione di elementi apribili e la versione AF UDC 80 SG (Structural Glazing) per il vetraggio strutturale.

Tutti i modelli del sistema Schüco AF UDC 80 coniugano la libertà progettuale con l’eccellenza delle prestazioni: tenuta all’acqua fino a 1650 Pa, tenuta all’aria fino a 1200 Pa e resistenza ai carichi del vento fino a 2,5 kN/m2 sono trasversali a tutte le costruzioni a disposizione.

 

Schüco AF UDC 80
La nuova facciata in alluminio Schüco AF UDC 80 consente di realizzare progetti versatili, grazie ai profili ridotti da 80 o 65 mm, che possono creare numerose varietà architettoniche. Il sistema stabilisce nuovi standard in termini di efficienza energetica con valori Uf fino a 0,81 W/m2K, inclusa l’incidenza delle viti e alla possibilità di utilizzare vetri fino a 70 mm di spessore.
Le specchiature realizzabili possono raggiungere dimensioni importanti, fino a 3000 x 4000 mm e 1000 kg.
Inoltre, in combinazione con la nuova protezione solare Schüco ZIP Design Screen – resistente al vento e dotata di binari guida completamente integrati nel profilo – l’utilizzo degli impianti di raffrescamento dell'edificio può essere ridotto, grazie all’efficace schermatura contro l’irraggiamento.
Il sistema Schüco UDC 80 permette l’integrazione anche di componenti meccatroniche e sistemi scorrevoli, come lo scorrevole Schüco ASE 80 TC (Aluminium Sliding Element, Tight Closer), ideale per edifici residenziali di altezze elevate. In caso di aperture a tutta altezza, infatti, un parapetto integrato completamente trasparente viene inserito nella facciata, a garanzia di sicurezza, senza alterare la pulizia del design, con un sistema senza soluzione di continuità.

Schüco AF UDC 80 CV
La variante CV consente una perfetta integrazione con elementi fissi o apribili oltre che con il sistema di ventilazione. Ciò significa che sono possibili specchiature di grande formato fino a 3000 x 4000 mm e pesi massimi fino a 1000 kg, per la massima trasparenza.
L’inserimento di elementi apribili sospesi o ad apertura parallela avviene con la massima pulizia e linearità, rendendo praticamente impossibile distinguerne i profili dall’esterno. L’elemento apribile AF UDC 80 CV può essere integrato tra elementi fissi superiori, inferiori o laterali realizzati con AF UDC 80. Allo stesso tempo, viene mantenuta l’efficienza energetica della costruzione, con gli elementi apribili in grado di raggiungere valori Uf fino a 1,3 W/m2K.

Schüco AF UDC 80 SG
Estetica e design “tutto vetro” per ambienti in cui la luce naturale è protagonista grazie alla facciata Schüco AF UDC 80 SG dall’aspetto estetico lineare. Consente un elevato livello di libertà di progettazione, grazie alle unità sfalsate orizzontalmente e alla possibile accentuazione con sezioni opache e barre diagonali che plasmano la facciata. Queste ultime possono essere realizzate con un’ampia varietà di materiali (tra cui metallo, vetro stampato e pietra naturale) e possono essere integrate in modo complanare e non, creando livelli differenti grazie alle componenti di fissaggio standard del sistema.
Schüco AF UDC 80 SG permette la costruzione di elementi fino a 500 kg di peso massimo e dimensioni fino a 3000 x 4000 mm, assicurando allo stesso tempo una prestazione termica con valori Uf fino a 1,3 W/m2K.
Grazie alla compatibilità con la serie di finestre Schüco AWS 114 SG, sono possibili grandi unità di inserimento come finestre sporgenti sospese o ad apertura parallela. Il design con vetro isolante sfalsato (a gradini) garantisce una perfetta integrazione della facciata, per cui la costruzione a cellule garantisce una fabbricazione e un'installazione particolarmente efficienti.

 

web: schueco.it

 

 

Fonte: Ufficio Stampa e R.P. Gagliardi & Partners – Alessia Magarotto