Complementi d'arredo

Aladino di Ebanisteria Meccanica: l’elegante schiaccianoci di design, si riempie di “Omineddos”

Ebanisteria Meccanica presenta una limited edition: Aladino, l’elegante schiaccianoci di design, si riempie di “Omineddos”

Ebanisteria Meccanica – che dal 2020 vanta la direzione artistica di Giulio Iacchetti – è l’emblema del progetto realizzato con cura e passione e l’immagine di un brand che esalta l’oggetto ben disegnato, creato e rifinito a mano.

Storia, tradizione e artigianalità si fondono in questo brand che riesce sempre a mantenere uno sguardo teso al futuro e al suo territorio, la Sardegna, così ricca di valori e di racconti tramandati da generazioni in generazioni, da padre a figlio.

I prodotti si caratterizzano per la presenza di elementi di alta manifattura, insieme a realizzazioni per l’arredo o di semplice utilità pratica.

E’ in quest’ottica che Diego Moretti, titolare dell’azienda, dà vita ad Aladino, uno schiaccianoci di design elegante e funzionale, originale e ironico. Un oggetto essenziale, delicato nell’aspetto ma forte nella sostanza, in grado di aprire i gusci più duri.

Un oggetto di design che sembra uscito da una lampada magica come ad esaudire un desiderio molto speciale.

Aladino però prima di tutto è una creazione artistica, è un “gioco”.

Ed è proprio per questa ragione che Diego Moretti ha deciso di andare oltre, di sperimentare, di osare presentando una Limited Edition: Aladino si riempie di “Omineddos” di Gian Piero Mongiu.

Diego Moretti racconta così la nascita di questa originale collaborazione: È da tempo che immagino di decorare uno dei miei prodotti e non ho mai abbandonato l’idea. A dicembre sono venuto a conoscenza di “Omineddos” su Instagram e fin da subito ci ho visto un artista dallo stile unico ed originale. Le sue creazioni riportano ad una dimensione “di strada”, tra graffiti e pop art, uno stile “metropolitano” che nasce e si radica in una Sardegna che guarda verso il futuro, sempre forte delle sue tradizioni. L’ho contattato subito. Il risultato di questa nuova collaborazione è un mix unico, due arti che si incontrano generando novità: Aladino + Omineddos”.

Gli “Omineddos” sono figure stilizzate che ricordano quelle del writer americano Keith Haring, ma che hanno una loro forte originalità e riconoscibilità.

Questi piccoli uomini sono ovunque, perché sempre presenti nella mente del loro creatore che li riproduce su ogni superfice. Impressi con pennarello a punta fine, gli Omineddos si appropriano di tutti gli oggetti che trovano sulla loro strada.

Gli Omineddos sembrano persi in labirinti impenetrabili ma in realtà segnalano con la loro presenza un centro, un ombelico del mondo che può essere in qualunque luogo, ma che comunque resta nell’isola nella quale sono nati: la terra sarda.

Il risultato è sorprendente: Aladino acquisisce nuovo carattere e originalità regalando a chi lo guarda (e lo usa) una forte componente innovativa ed emozionale.

L’AZIENDA

Ebanisteria Meccanica rinasce a Sassari nel 2012, anno in cui l’ebanista e titolare Diego Moretti riceve una menzione speciale al Salone del Mobile di Milano per il suo progetto “Libreria ad Incastri”.

La tradizione artigianale della lavorazione del legno si tramanda in famiglia dal 1931, da nonno, a padre fino al nipote, e viene oggi reinterpretata secondo i principi di semplicità, adattabilità del prodotto e “gioco”, inteso come ingegno del progettista. Le collezioni comprendono prodotti di alta manifattura, insieme a realizzazioni per l’arredo e di utilità. Vere e proprie creazioni artistiche, si contraddistinguono per originalità, gusto estetico e sapienza artigiana. Nello scenario attuale, il brand valorizza il lavoro artigianale, inteso come oggetto creato e rifinito a mano, studiato con cura dall’ideazione alla realizzazione. 

Fonte: Ufficio Stampa Ghénos Communication  

Potrebbe piacerti anche

Comments are closed.

Visualizza altro in:Complementi d'arredo