Complementi d'arredo

Nuovi complementi d’arredo per JacobsRoom

JACOBSROOM EDITIONS PRESENTA LA NUOVA COLLEZIONE DI COMPLEMENTI D’ARREDO, IN CUI BELLEZZA, RIGORE E POESIA SI FONDONO PER DARE VITA A ESCLUSIVI PEZZI UNICI ED EDIZIONI LIMITATE.

Jacobsroom Editions, brand e studio di interior design fondato nel 2017 da Kathrin Charlotte Bohr amplia la sua proposta di arredi proponendo una nuova collezione ideata per porsi integralmente con l’ambiente e volta a suggerire una stratificazione di senso inedita, impensata.

La filosofia dello studio è infatti quella di progettare oggetti in cui funzione e forma si mescolano armonicamente e i cui confini risultano indistinguibili: è solo così che si impone e si esalta la carica estetica dell’arredo trasformandolo in un veicolo di profondità per l’ambiente.

Le collezioni esprimono un’identità emersa dall’eco distante di una visione che ha come motore creativo la durata: prodotti, spesso modulati grazie alle intuizioni della committenza, che travalicano lo scorrere del tempo e sembrano fluttuare su un piano differente.

Un immaginario che si riflette in O, collezione declinata in tre elementi: un mobile contenitore a parete, uno specchio e una chaise longue. I tre arredi condividono contorni morbidi e stondati, conferendo una speciale fluidità agli spazi.

Il mobile contenitore a parete, in legno riciclato, si adatta facilmente ad ogni ambiente della casa, dalla camera da letto al bagno, grazie alla suddivisione interna in mensole e alle ante che ne custodiscono il contenuto, dissimulandone la funzione primaria a vantaggio dell’estetica.

Lo specchio ambisce a farsi superficie d’acqua, alludendo allo sdoppiamento di chi ci si affaccia grazie ai due piani riflettenti, uno sul fronte e uno sul retro. Versatile e minimale, si completa di led integrati la cui luce, in apparenza senza origine, restituisce un’immagine tanto autentica quanto sorprendente.

Nella chaise longue, sembrano convergere geometrie tipiche di forme architettoniche neoclassiche, che a loro volta si modellano su suggestioni naturali. Il contrasto si compone spontaneamente, restituendo un arredo dalle linee delicate e nette.

L’astrazione delle forme trova però totale compimento nella visionaria serie Black Rhythms, costituita da Cadence, Maiohgi e Alea, il cui nome rimanda alla partitura regolare della musica e della poesia, capace di ripetersi per poi variare impercettibilmente di una nota o di una sillaba.

La lampada da soffitto Cadence, modellata nella forma di un ventaglio, è costituita da due strati sottili di metallo microtraforato. La scultura di luce crea giochi luminosi cangianti simili, in essenza, a passi di danza.

Maiohgi è uno specchio da parete a ventaglio ispirato alla tradizione giapponese, la cui superficie si appoggia a uno strato di resina nera, che ricorda il cielo stellato. Completano l’accessorio sei segmenti magnetici in leggerissima rete di metallo applicabili alla superficie specchiante, capaci di rimodularla secondo l’interpretazione del fruitore.

La mensola telescopica in metallo Alea suggerisce un’idea di delicatezza e agilità grazie all’estensione in altezza, adattandosi anche agli spazi più complessi. Dallo stelo centrale si allungano cinque piccole mensole, realizzate in forme diverse la cui funzione si fonde alla silenziosa grazia dell’oggetto.

La sintonia dello studio con l’Oriente si esplicita in Jeux, lampada a parete, costituita da un unico strato metallico plasmato in un gioco di pieghe che ricorda la forma di un origami e produce un’illuminazione diffusa e tridimensionale.

Jacobsroom Editions esprime attraverso la sua produzione un senso del tempo rinnovato, sperimentando uno scorrere che si espande in tutte le direzioni: oggetti e arredi ne sono trascinati, superando la propria funzione e mostrandoci, istante per istante, un volto sorprendente.

Fonte: Ufficio Stampa Rota&Jorfida | Communication and PR

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.

Visualizza altro:Complementi d'arredo