Il Salone del Mobile. Milano

Skin il progetto di Sargomma e Alessandro Ciffo presentato per la Milano Design Week 2021

Milano Design Week 2021 – Sargomma e l’artista Alessandro Ciffo presentano il progetto SKIN: una “pelle” in silicone per rivestire e personalizzare intere superfici architettoniche.

Il prototipo del progetto, che coniuga arte, design ed ecosostenibilità, applicato per questa installazione ad un container trasformato in modulo commerciale pop-up sarà presentato, a cura della Galleria Rossana Orlandi, dal 4 al 12 settembre in occasione del Fuorisalone al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci.

In occasione del Supersalone 2021, che segna di fatto la ripartenza delle grandi fiere internazionali e lancia un segnale importante di ripresa all’intero sistema economico del Paese dopo la brusca frenata dovuta alla pandemia da COVID-19, un’azienda piemontese dall’impronta tipicamente industriale – SARGOMMA – e l’artista Alessandro Ciffo presentano il frutto della loro collaborazione, avviata con la partecipazione all’open call RoGUILTLESSPLASTIC®, indetta dalla Gallerista milanese Rossana Orlandi con l’obiettivo di sensibilizzare le persone sul tema della plastica.

Dalla creatività di Ciffo, infatti, che da oltre 20 anni dona nuova vita al silicone, stravolgendolo nella sua essenza e decontestualizzandolo per cucire una nuova veste agli oggetti e dall’esperienza di SARGOMMA – azienda che da 40 anni sviluppa e produce componenti tecnici in gomma e plastica – nasce SKIN: una vera e propria “pelle” destinata ai rivestimenti di interni ed esterni architettonici di qualunque dimensione e forma, dotato di caratteristiche uniche di resistenza, durevolezza, capacità isolante, ecosostenibilità e con infinite possibilità di personalizzazione.

Il primo prototipo del progetto, applicato ad un container trasformato in un modulo commerciale mobile, posizionatosi tra i finalisti del concorso RoGUILTLESSPLASTIC®, sarà presentato a cura della galleria Rossana Orlandi dal 4 al 12 settembre presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci in via San Vittore 21, in occasione del Fuorisalone 2021.

Questa prima realizzazione non solo suggerisce un percorso originale per rinnovare completamente la destinazione d’uso di un oggetto architettonico estremamente comune e diffuso, ma testimonia già su piccola scala le potenzialità del concept in termini di innovazione e applicabilità.

SKIN prende vita dal contrasto tra arte e scienza, bellezza e performance; sfrutta l’elasticità e la durevolezza del silicone per stabilire una connessione tra le persone e gli edifici che si trasformano in vere e proprie opere d’arte. Un rivestimento inedito, che rompe i confini della tradizione attraverso una tecnica innovativa, capace di inglobare nel gesto artistico la struttura ingegneristica.

Il silicone, infatti, a differenza dei materiali compatti e solidi come resina e plastica, suggerisce la morbidezza e il calore di un tocco umano, stabilendo una relazione con gli spettatori che diventano protagonisti grazie alla sua caratteristica “look & feel”. Il risultato è quello di una pelle decorata dall’artista, gradevole al tatto, che avvolge l’oggetto diventando parte di esso e del contesto in cui è collocato.

Ma SARGOMMA e Alessandro Ciffo hanno voluto anche porre estrema attenzione agli aspetti connessi all’ecosostenibilità del progetto. SKIN infatti lavora sul riuso dei materiali di scarto combinato ad attenti studi sui pigmenti per proteggere flora e fauna. Il progetto, infatti, è rafforzato dalla volontà di riutilizzare gli scarti prodotti dalla lavorazione industriale di SARGOMMA, in combinazione con materie prime vergini. In particolare, gli scarti sono ottenuti dalla macinazione di stampi prototipali in silicone platinico (non tossico), a fine vita, il tutto seguendo i principi dell’economia circolare. SKIN dunque non solo riutilizza e ricicla prodotti di scarto, ma li converte in un materiale ad alto valore sociale-culturale: una filosofia dunque di upcycling e non solo di recycling. SKIN è quindi la sintesi perfetta tra industria, arte ed ecologia, la dimostrazione di come la salvaguardia del nostro patrimonio naturale possa integrarsi perfettamente con una disciplina – il design – che promuove il connubio tra estetica e funzionalità, applicandolo su scala industriale.

Questo progetto – dichiara Brigitte Sardo, General Manager di SARGOMMA – testimonia le potenzialità che si racchiudono in una collaborazione tra un’azienda manifatturiera di impronta tipicamente industriale come la nostra e un’artista visionario come Alessandro Ciffo. Da imprenditrice mi auguro che SKIN possa presto essere applicato su larga scala. Questo infatti potrebbe rappresentare per la nostra azienda un filone di business completamente nuovo, ma al tempo stesso ci piacerebbe molto dare un contributo per rendere le nostre città non solo più sostenibili, ma anche più belle”.

“Il nostro è uno scambio reciproco – dichiara Alessandro Ciffo Con SKIN abbiamo unito le nostre esperienze e capacità dando vita ad un progetto innovativo e sorprendente che vede il silicone come vero protagonista. Un materiale meraviglioso, dalle mille proprietà, capace in questo caso di coniugare al meglio arti visive, personalizzazione, ingegneria e design, il tutto con un occhio sempre attento all’ecosostenibilità, diventata un’esigenza imprescindibile dei nostri tempi”.

Inoltre in Galleria Orlandi, dal 4 al 12 settembre, il pubblico potrà vedere una prima proposta progettuale di SKIN applicata, da Alessandro Ciffo, ad un complemento di arredo come le tende.

Fonte: Ufficio Stampa Spin-To – Move on together. Spin-To the future

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.