Arredamento

Collezione Frame di Fantini: funzionalità e colore per ogni ambiente

collezione frame fantin

La celebre collezione Frame si amplia con i nuovi moduli colonne.

La collezione di Colonne Frame​, disegnata da ​Salvatore Indriolo​, è l’ultima novità 2020 di Fantin, che amplia ulteriormente la celebre collezione Frame, nata nel 2018 e già un riferimento del suo segmento.

Questa collezione, pensata per estendersi in un programma pluriennale, ad oggi comprende cucine, tavoli, contenitori, librerie e complementi di diverse dimensioni: tutte le tipologie sono costruite da solidi telai in tubo quadro e sempre in vista, quasi a voler omaggiare il frame in quanto tale e lo stesso metallo che lo compone, che rappresenta l’anima di Fantin, che da oltre 50 anni lo lavora grazie alla continua ricerca e allo sviluppo di soluzioni e competenze progettuali, valorizzate dalla qualità delle lavorazioni meccaniche, in un equilibrio tra industria e artigianato, efficienza produttiva e cura del dettaglio. Fantin ha tracciato una forte evoluzione negli ultimi anni grazie alla collaborazione con Salvatore Indriolo, Art director del brand e designer del programma Frame, che ha progettato individuando tre semplici regole:

1. tutti i telai, costruiti sempre con un tubo quadro, permettono di disegnare strutture ortogonali che danno la possibilità̀ di creare qualsiasi prodotto: dal tavolo alla madia, dalla cucina agli specchi;

2. gli elementi verticali (ante, cassetti, fianchi e schiene) sono in luce e a filo con il telaio;

3. gli elementi orizzontali (piani tavolo e top cucine) poggiano sopra al telaio, lasciando quest’ultimo sempre in vista.

Se nella primavera 2020 è stata presentata con successo la Frame Kitchen Outdoor, questo autunno Fantin lancia i nuovi moduli Colonne Frame, proposti nell’altezza da 213 cm e nella versione da 153 cm che si presta anche per soluzioni di continuità verso l’area living.

Un’estesa modularità, basata su due larghezze (67 cm con anta unica, 128 cm con anta doppia)  permette la libera composizione di ante, cassetti e cassettoni, oltre alla possibilità di integrare accessori ed elettrodomestici dei migliori brand, come il forno, il microonde o la lavastoviglie sospesa, fino alla macchina per il caffè e la cantinetta per il vino. Barazza, AEG, Electrolux e Smeg sono i brand partner di Fantin per un ambiente cucina tailor-made, altamente funzionale e iper-accessoriato.

L’ampiezza della palette cromatica, con ben 47 finiture disponibili, garantisce la massima personalizzazione: una soluzione antracite per una cucina industriale e contemporanea, in grigio nuvola per un ambiente elegante e minimale, fino ad un energico giallo zinco per gli spazi più eclettici.

I nuovi moduli si aggiungono così alla pluripremiata Frame Kitchen – vincitrice dell’Archiproducts Design Award 2018 e selezionata nell’ADI Index 2019 – già disponibile in due workstations a due o tre ante (128 o 188 cm di larghezza) adatte anche per l’esterno, grazie ad un trattamento di cataforesi che previene la formazione della ruggine e consente un’elevata resistenza agli agenti atmosferici.

L’offerta si completa con i top, che possono essere in acciaio Barazza – in finitura Vintage o satinata da 4 mm e abbinabili con tutte le finiture Fantin – o in Fenix NTM.

Oltre le cucine, questa è la sintesi dell’offerta della Frame Collection:

Workbenches

Perfettamente abbinabile alle Kitchen workstation (condividono le stesse misure), sono proposte con top in inox finitura vintage o satinata, in Fenix NTM e in metallo (quest’ultimo, anche con verniciature adatte all’uso alimentare). La generale impressione di solidità è evidente nel telaio in tubo quadro saldato, sempre ben in vista. Un prodotto non solo per la cucina, ma adatto ovunque: dalla casa all’ufficio, fino alla collettività e all’industria;

Sideboards & cupboards

Disponibili in più larghezze (la credenza a 2 ante, le madie a 3, 4 o 5 ante) in tutte le finiture della palette Fantin e disponibili in numerose combinazioni: ante piene, ante forate o alternate. Dal 2020, oltre al top metallico,  sono disponibili anche tre finiture Laminam (Nero Marquina, Pietra Gray, Statuarietto);

Tables & desks

Linee minimalicon top estremamente sottili, in dialogo armonioso con i solidi telai, sempre in tubo quadro. La presenza del metallo assicura una grande libertà nella scelta delle finiture, rendendo la collezione perfettamente adattabile in ogni ambiente. L’applicazione di vernici appositamente studiate, li rende resistenti ad ogni utilizzo. I top sono disponibili anche in Fenix NTM;

Mirrors & boiserie

Un’ampia scelta che comprende diverse dimensioni ed installazioni che, con piccole integrazioni di  mensole ed appendiabiti, li rende perfetti per l’ingresso, la sala da bagno o la camera da letto. La vasta palette cromatica di Fantin, unita all’utilità della doppia funzione, consente alla collezione di inserirsi con disinvoltura in ogni spazio; 

Bookcase system

Un sistema nel sistema. Così come tutte le altre tipologie del programma Frame, anche il Bookcase system è costruito da solidi telai in tubo quadro sempre in vista, dalle linee ortogonali e dalle infinite possibilità compositive: tre lunghezze di ripiani su sei altezze, dove poter disporre in libertà schienali, fianchi e vani con ante a ribalta e rialza, sempre in luce al telaio.

Questi accessori possono essere scelti nella medesima finitura della struttura o in abbinamento con un secondo colore Fantin, così da poter creare soluzioni cromatiche personalizzate.

Il design, infine, è stato studiato nei minimi particolari prevedendo giunzioni non in vista, così da lasciare spazio alla pulizia formale di ogni dettaglio.

FANTIN

Dal 1968, Fantin crea con passione arredi e soluzioni in metallo, riconosciuti dal mercato per un valore imprescindibile: la qualità, intesa come sintesi di bellezza, solidità ed ecosostenibilità.

Tutti i mobili Fantin, curati nei dettagli della tecnica e dell’estetica, si adattano ai contesti più diversi: dalla casa all’ufficio, fino alla collettività e all’industria.

Questa trasversalità, dovuta alla possibilità di personalizzare il singolo prodotto come la richiesta più complessa, è la chiave che ha permesso di ottenere prestigiose partnership in tutto il mondo, aggiungendo all’ingegno del progetto la qualità sartoriale dell’offerta.

FANTIN ART DIRECTOR – SALVATORE INDRIOLO

Salvatore Indriolo è laureato in Industrial Design allo IUAV di Venezia. Si occupa di progettazione e di sviluppo prodotto, oltre a seguire attività di consulenza e direzione artistica. La sua idea di design lo porta alla costante ricerca della semplificazione stilistica, ponendo grande attenzione ad ogni sfumatura del processo creativo.

Salvatore Indriolo lavora per prestigiose aziende, fra le quali: Bosa Ceramiche, Capodopera, Falper, Dorsal, Horm, Manfrotto Group, Minotti Cucine, Metalco, Zanotta.

È Art Director di Fantin dal 2013.

Fonte Ufficio Stampa Ghénos Communication

Potrebbe piacerti anche

Comments are closed.

Visualizza altro in:Arredamento