Arredamento

Turri per il Park Palace a Montecarlo

Cuore pulsante del Principato di Monaco, come una perla incastonata nella straordinaria Costa Azzurra, Monte-Carlo è da sempre sinonimo di lusso ed esclusività.

Ed è qui, al Park Palace, nel famoso Carre d’or in Avenue de la Costa 27, che Turri ha aperto la sua prima Boutique in collaborazione con l’immobiliarista Matteo Baldo, CEO di Aqva Group: uno spazio intimo e raffinato, nel quale accogliere clienti, architetti e progettisti europei per dar vita a prestigiosi progetti residenziali e contract.
Grazie a questa raffinata vetrina, Turri è stata scelta per arredare una residenza esclusiva alle porte di Monaco. Si tratta di un appartamento privato di 400 mq sviluppato su due livelli, con aperture di 5 metri ad arco che si affacciano sul mare. Ogni elemento d’arredo è personalizzato; la capacità artigianale di Turri ha permesso il massimo della customizzazione, dalla scelta dei materiali e delle finiture fino alla realizzazione di elementi ad hoc, progettati secondo le specifiche necessità del committente.
Nella zona pranzo le sedie della collezione Melting Light, disegnate da Frank Jiang, circondano il tavolo Madison di Andrea Bonini: fil rouge di tutti gli ambienti è il contrasto tra il bianco e il nero, protagonista anche delle finiture di questi elementi d’arredo. La speciale laccatura nera del legno, infatti, è accostata al rivestimento chiaro delle sedute e degli schienali nelle sedie, e agli inserti sui fianchi nel top del tavolo. Dettagli in metallo oro illuminano la stanza, richiamando quelli presenti sulla parete ‘vasoteca’ in fondo alla sala.
Al piano superiore, adiacente ad un’intima zona relax, per l’angolo studio sono stati scelti la scrivania Vogue e la consolle Genesis. L’ampio tavolo diventa emblema dell’abilità sartoriale di Turri: la pelle che ne riveste la struttura è finemente ricamata, e lo stesso decoro esagonale torna, non a caso, negli elementi della camera da letto. Qui, infatti, oltre al contrasto tra bianco e nero, è evidente il richiamo stilistico agli altri ambienti della casa: il letto Genesis e i comodini Orion sono ancora una volta in legno laccato lucido; la pelle con cui sono rifiniti i cassetti e la testata del letto è lavorata esattamente come quella della scrivania nella zona giorno. La consolle Vine e la panchetta Orion danno un tocco di contemporaneità alla stanza, con le loro linee forti e definite.
Ma ciò che stupisce sono gli elementi creati appositamente su progetto. Sfruttando la sapiente lavorazione del legno, Turri ha realizzato la cucina e l’ampio vaso che contiene l’olivo di bronzo dell’artista Philippe  Pasqua, quasi a dividere la zona living da quella dining. Ancora, l’azienda ha arredato con una straordinaria armadiatura in legno e vetro il locale cantina, nel quale sono custodite pregiate bottiglie, e la cabina armadio.
Un progetto che dimostra, ancora una volta, come Turri sia in grado di realizzare soluzioni curate in ogni dettaglio garantendo sempre il massimo della qualità e della customizzazione; un eccellente risultato, che premia la capacità di portare il vero Made in Italy nelle residenze più esclusive del mondo.

Fonte: Ufficio Stampa Cavalleri Comunicazione

More in:Arredamento

Comments are closed.

0 %

X