Arredamento

Arredamento da montagna moderno: un rifugio per fughe romantiche dalla città

Non solo baita, rifugio e stile rustico: l’arredamento della casa di montagna vira anche verso linee estetiche moderne e contemporanee. Ecco alcune idee per una casa di montagna moderna, che non perda il fascino dell’abitazione ad alta quota.

La settimana bianca in inverno, le passeggiate alla ricerca di freschezza in estate: la montagna è bella in ogni stagione. Non è un caso che il mercato immobiliare delle seconde case sia in netta ripresa: i mesi di restrizione hanno aumentato il desiderio di fuga dalla quotidianità e di ricerca di nuovi spazi. E proprio la casa in montagna, con il suo fascino inimitabile, è stata oggetto di acquisti e investimenti. 

In tutto questo è cambiata l’idea stessa di arredamento della casa in montagna. Se prima la seconda abitazione era meta di weekend rilassanti e casa per le vacanze, ora è diventata anche postazione lavorativa per settimane di smart working in un contesto più naturale e stimolante. Per questo l’home interior è al centro di una trasformazione in chiave moderna, che sappia rispondere alle nuove esigenze contemporanee senza perdere il romanticismo del rifugio, l’esclusività dello chalet.  

Arredamento da montagna moderno: materiali e colori

Una cioccolata calda dopo un’intera giornata sulle piste, un pomeriggio di solarium all’aperto respirando aria pulita e freschissima mentre il sole colora la pelle. Ma anche una scrivania con vista sulle cime innevate e una video call con la vallata sullo sfondo. La casa in montagna deve essere sempre più funzionale e moderna, per garantire massima comodità ma anche più occasioni d’uso.

Questa trasformazione passa dall’arredamento.

Come arredare una casa in montagna in stile moderno rimanendo però fedeli al contesto di pace naturale e fascino rustico? 

Il primo passo è la scelta dei materiali, nel segno della continuità con lo stile classico ma con rivisitazioni in chiave contemporanea. Il legno e la pietra, immancabili in una casa di montagna, possono essere accostati a materiali che strizzano l’occhio al design contemporaneo, come il metallo. Il dialogo tra acciaio lucido e legno, per esempio, è perfetto per creare una camera da letto industrial chic, che si sposa benissimo con il contesto della montagna. 

Anche i classici colori possono virare verso tinte contemporanee. Le tonalità scure e neutre del legno diventano più chiare seguendo lo stile scandinavo. Oppure, seguendo una scala di beige fino al marrone, si incontrano il tortora e il cognac, che danno un tocco di modernità a ogni ambiente.

Case di montagna con interni moderni

Elemento immancabile in ogni casa di montagna è il camino. È possibile rendere moderna la zona living con camino? Certo, basta inserire i giusti componenti e complementi.

Si potrebbe optare per un caminetto di design a fuoco chiuso, che evita la dispersione di fumo e cenere, dando un tocco estetico al soggiorno. Oppure si può inserire un caminetto sospeso installato a parete, magari con linee di design minimal per non appesantire lo sguardo. Alcune soluzioni alternative sono il finto camino, che ha il vantaggio di non necessitare di canna fumaria, il caminetto elettrico, che funziona con l’energia elettrica e non ha bisogno di legna, e il camino a bioetanolo, che restituisce l’impressione di scintille e strepitii del fuoco ma produce solo vapore acqueo.

Davanti al camino non può mancare il divano. Qui, per un segno di continuità con lo stile classico, si può scegliere un divano in pelle, meglio se total black e dalle linee contemporanee. Il colpo d’occhio sarà quello di un soggiorno contemporaneo in un contesto fuori dal tempo come la montagna. Per dare un tocco di colore sono consigliati cuscini rossi, oppure con l’inconfondibile fantasia tartan oggi molto di tendenza.

Illuminazione e complementi d’arredo

Il vero fulcro per l’arredamento della casa in montagna è l’illuminazione. Qui bisogna far dialogare luce naturale esterna con punti luce interni, per massimizzare l’esposizione luminosa e dare energia all’home interior. Quando è possibile, il consiglio è quello di sostituire le vecchie finestrelle e i classici infissi con grandi vetrate dagli infissi sottili e minimali.

Per i punti luce, bisogna valutare l’architettura dell’abitazione e soprattutto del soffitto. Spesso, infatti, le case in montagna presentano travi a vista e tetti spioventi. In questo caso si può riprendere lilluminazione della mansarda, con strisce led orientabili e applique da parete di design. In caso di soffitto alto, invece, i lampadari a sospensione, magari con struttura e finiture in acciaio lucido, sono la scelta giusta. Per il soggiorno, idealmente l’ambiente più illuminato della casa, sono consigliate luci soffuse, che aiutino a creare un’atmosfera romantica in sinergia con il camino.

Per i complementi d’arredo, una casa in montagna moderna deve evitare le classiche decorazioni a tema caccia e gli ornamenti handmade di stoffa o legno. Meglio puntare su complementi di design minimal, con linee geometriche pulite ed essenziali. Non possono poi mancare punti verdi, con piante da interni raccolte in un giardino verticale sulla parete, oppure divise in vasi che riprendano colori e linee dei mobili.

Alessandro Chiarabini
Alessandro Chiarabini, 24 anni, due lauree e ancora tanta voglia di imparare. Il filo conduttore della mia formazione, dal liceo classico alla magistrale in pubblicità, passando per la triennale in filosofia, è sempre stata la comunicazione: comunicare significa condividere, entrare in relazione, stabilire un contatto. Per questo mi piace scrivere e raccontare di tutto quello che conosco e che vorrei conoscere: parlare è il modo migliore per aprire infinite possibilità di incontro. E cosa rappresenta l’unione e la convivialità meglio della casa? Quindi eccomi qua a parlare di arredamento, dettagli e sfumature, per entrare nelle case di tutti e conoscere, come diceva Wittgenstein, nuove “forme di vita”.

    More in:Arredamento

    Comments are closed.

    0 %