Illuminazione

Lampadari pendenti: consigli e idee per ogni stile

I lampadari pendenti sono elementi d’arredo tornati molto in voga. Dopo essere passati un po’ in secondo piano, sono ritornati di tendenza grazie alle linee estetiche contemporanee ispirate al minimalismo industriale. Oggi i lampadari pendenti sono utilizzati in diversi ambienti della casa, soprattutto cucina e soggiorno.

L’illuminazione è un elemento fondamentale per l’arredamento della casa: fa parte dell’arredo, è un vero e proprio complemento, non un semplice accessorio. La posizione dei punti luci, la loro intensità, lo stile, contribuisce a creare un ambiente pratico e confortevole, funzionale e accogliente. Per la scelta dei lampadari bisogna considerare diversi fattori: le dimensioni, l’altezza, il materiale, i colori, la posizione nella stanza e la proporzione con gli altri elementi.

Stile classico: lampadario con cristalli pendenti

Quando si pensa ai lampadari pendenti vengono subito in mente i modelli realizzati con i cristalli sospesi, eleganti e lussuosi. Un’immagine che riporta indietro nel tempo, nelle regge antiche o nelle sale museali, ma che ancora oggi presenta un fascino inimitabile. Il lampadario con cristalli pendenti è sinonimo di raffinatezza e ricercatezza, per uno stile che può essere tanto delicato quanto barocco quanto ridondante. Il rischio di un lampadario a cristalli pendenti è proprio quello di risultare ampolloso e pomposo.

 Un lampadario a gocce pendenti si presta bene per una camera da letto classica e romantica, per creare un ambiente intimo e riservato. Magari sopra ad un bel letto matrimoniale in ferro battuto, per un tocco vintage che emoziona e sorprende. Anche in un soggiorno dallo stile tradizionale, arredato con colori neutri e finiture scure, il lampadario a cristalli pendenti può essere una buona scelta. Un divano con chaise longue, un tavolo di legno pregiato, sedie in legno imbottite: la zona living diventa un salotto aristocratico, in cui rilassarsi e dedicare tempo a sé stessi.

Lampadari pendenti moderni

Il lampadario pendente in stile moderno è più semplice e sobrio. Qui la scelta è più vasta per quanto riguarda la forma, la grandezza, i colori e gli abbinamenti. I lampadari pendenti moderni, infatti, si sposano bene con lampade a terra posizionate negli angoli o con faretti orientabili a muro. Anche come colori, materiali e forme, la struttura apre a diverse soluzioni. Metallo o policarbonato; dai colori neutri alle tonalità pastello alle cromie opacizzate; lampadari ovali o dalle linee decise e squadrate, che si sviluppano dall’alto verso il basso o in lunghezza.

Ma i lampadari pendenti moderni possono anche essere un elemento di design. Qui si trovano forme stravaganti e abbinamenti azzardati. Il materiale d’elezione è l’acciaio e la luce è a LED. L’impatto estetico deve essere accattivante e sorprendente. Un lampadario moderno di design entra perfettamente in una zona living dalle pareti azzurre o verde salvia, in una cucina dai colori accesi o in una camera da letto dalle tonalità tenui. Mentre nella zona living, soggiorno e cucina, il lampadario pendente è più lungo, nella camera da letto si prediligono modelli meno alti e dal design più ondulato e orizzontale.

Stile industrial: lampadari con fili

Come detto in apertura, i lampadari pendenti hanno trovato una nuova spinta seguendo la tendenza minimale e industriale degli ultimi anni. Dal design essenziale, combinando metallo e vetro in maniera industriale, con i fili pendenti ben visibili, i lampadari pendenti sono ideali per gli ambienti contemporanei. Non solo nelle abitazioni ma anche negli ambienti contract o nelle strutture ricettive, come hall di alberghi o sale e bar dei ristoranti.

In una cucina dallo stile industriale, per esempio, un lampadario pendente a tre luci con struttura di colore rosso opaco o nero lucido è la scelta giusta. Posizionato sopra il tavolo, accompagnato da una striscia led sul piano cottura, crea un ambiente chiaroscuro ma molto funzionale e suggestivo. Per il soggiorno, invece, si può puntare su una struttura con cavi a vista e paralume in metallo dalla forma alternativa. Una scelta minimale e di design è costituita dai lampadari sospesi a spirale o con tubi luminosi, caratterizzati da luce fredda e da un’estetica impattante.

Alessandro Chiarabini
Alessandro Chiarabini, 24 anni, due lauree e ancora tanta voglia di imparare. Il filo conduttore della mia formazione, dal liceo classico alla magistrale in pubblicità, passando per la triennale in filosofia, è sempre stata la comunicazione: comunicare significa condividere, entrare in relazione, stabilire un contatto. Per questo mi piace scrivere e raccontare di tutto quello che conosco e che vorrei conoscere: parlare è il modo migliore per aprire infinite possibilità di incontro. E cosa rappresenta l’unione e la convivialità meglio della casa? Quindi eccomi qua a parlare di arredamento, dettagli e sfumature, per entrare nelle case di tutti e conoscere, come diceva Wittgenstein, nuove “forme di vita”.

    Comments are closed.

    0 %