Bagni

Mesh Topology di Agape protagonista alla Milano Design Week 2021

Con Benedini Associati, García Cumini e Patricia Urquiola, geometrie accoglienti per l’ambiente bagno.

Specchi Vitruvio, design Garcia Cumini

Agape per la Milano Design Week 2021 è stata protagonista di “Mesh Topology”, allestimento installazione di Agape 12. Il marchio italiano esplora ancora più a fondo il linguaggio dell’equilibrio e della solidità. Un equilibrio mai rigido, che sceglie forme gentili e accoglienti, in una visione dell’ambiente bagno come architettura dei sensi e luogo di benessere.

Partitura invisibile, come sempre, il buon progetto. Materiali, funzioni, emozioni calibrate in una sintesi sempre diversa, secondo un pensiero laterale e coerente che si traduce in pezzi senza tempo. Lavabi, rubinetterie, mobili, vasche, luci, accessori studiati per interagire fra loro, in un dialogo aperto e naturale.

Ideato da Giampaolo Benedini, il nuovo programma di contenitori Evo 21 si ispira all’essenzialità del trilite. Il sistema è studiato per dare massima semplicità di configurazione e installazione, insieme a una grande flessibilità non solo compositiva ma anche estetica.

Attorno a Evo 21 Giampaolo Benedini reinterpreta il lavabo a canale Evo e progetta i nuovi lavabi Undici

e Undici Inox, tutti perfettamente funzionali nelle dimensioni alla struttura del sistema di contenitori.

Equilibrio per Agape è anche ricerca sulla geometria. Lo specchio Vitruvio di García Cumini offre una sintesi elegante fra cerchio e quadrato. Lo specchio Seppia, design Benedini Associati, riprende la geometria libera e smussata della superellisse. Patricia Urquiola progetta la rubinetteria Limón unendo due elementi geometrici in un innesto inatteso. Il corpo a cilindro e la sua sezione circolare che funge da maniglia, creano un oggetto scultoreo dalla presenza silenziosa e forte allo stesso tempo.

Accanto a Limón Agape sviluppa ulteriormente tutto il mondo della rubinetteria, già molto ricca e articolata, con Memory Mix, design Benedini Associati, che introduce nuove funzioni rispetto alla famiglia Memory ma in un’evidente continuità formale, insieme alla nuova finitura nichel spazzolato.

Una particolare attenzione viene anche dedicata ai materiali sostenibili: il legno precomposto Alpi utilizzato per Evo 21 e Pietranova, conglomerato cementizio di Grassi Pietre, per la vasca Spoon XL di Benedini Associati e i lavabi  Bjhon 2 di Angelo Mangiarotti.

Sistema Evo 21, design Benedini Associati

Una cassa chiusa solo su tre lati, i fianchi e la base, e due catene orizzontali che danno stabilità e tenuta all’insieme. È il nucleo costruttivo di Evo 21. Una struttura architettonica aperta e ridotta agli elementi compositivi essenziali, come risposta coerente alle emergenti esigenze di ristrutturazione leggera. Interventi di installazione e modifiche, sempre più utilizzati per rinnovare i propri spazi o anche per personalizzare abitazioni temporanee. L’assenza di pannello sul retro e il piano su cui si possono inserire senza vincoli di posizione i lavabi, permettono una grande flessibilità di collocazione dei contenitori e dei raccordi con gli scarichi.

Evo 21 incrementa la modularità ampliando le altezze: i nuovi elementi alti 30 cm si aggiungono a quelli da 40 cm e alle loro possibili combinazioni, compresa l’altezza da 70 cm, particolarmente richiesta e risolutiva. Estrema flessibilità anche per le lunghezze: a partire dalla misura minima di 80 cm e progredendo di 20 cm si può arrivare fino a 240 cm e oltre.

Evo 21 è compatibile con tutti i lavabi da appoggio Agape. I piani in Solid surface termoformabile (12mm) e i piani in marmo (20 mm) possono montare i lavabi sottopiano. Solo lavabi d’appoggio, invece, per i piani in legno (12 e 60 mm). Il piano in Solid surface termoformabile è anche integrabile con i lavabi Undici e con il lavabo Raso, che con la sua geometria semplice e senza tempo crea un’estetica compatta e minimale. La duttilità compositiva di Evo 21 si unisce alla libertà creativa: molteplici combinazioni di materiali e finiture, con esiti estetici diversissimi fra loro.

Lavabi Undici, design Benedini Associati

Nascono insieme a Evo 21, ma in appoggio sono compatibili con tutti i piani Agape.

Tre forme, tonda, ovale e rettangolare, una sola altezza di 11 cm e un unico materiale. Realizzati in Solid surface bianco con lavorazione a termoformatura, sono integrabili con il piano di Evo 21 nello stesso materiale, per un effetto compatto e monolitico. Non c’è limite tecnico per il numero di lavabi nella singola composizione.

Lavabi Undici Inox, design Benedini Associati

La geometria essenziale di questi lavabi, estensione della serie Undici, è ottenuta dalla tornitura di lastre 3 mm di acciaio inox AISI 304. L’estrema purezza di linee permette di mantenere la stessa forma nella versione da appoggio e in quella da incasso, disponibile solo per i piani Evo 21 in marmo 20 mm. Tre le finiture: inox spazzolato, ottone naturale spazzolato e ottone brunito spazzolato.

Lavabo Evo, design Benedini Associati

Essenzialità, purezza e versatilità per Evo. Realizzato in Solid surface bianco termoformabile, il nuovo lavabo a canale è studiato nelle dimensioni per integrarsi perfettamente con Evo 21. Larghezza da 80 cm a 240 cm, profondità 50 cm e altezza di 6 cm come i piani in legno a cui si può accostare liberamente. Modulari anche le mensole interne, da 20, 40, 60 e 80 cm, per suddividere con flessibilità il lavabo.

Lavabo rettangolare Lariana, design Patricia Urquiola

Accanto al lavabo tondo e ovale, la nuova forma rettangolare in appoggio. Un completamento naturale di questa famiglia di prodotti che alterna armoniosamente linee fluide e geometrie. La versione rettangolare apre anche nuove possibili configurazioni in abbinamento al sistema Rigo.

Lariana alterna il Cristalplant® biobased ai marmi, ora in tre nuove tipologie: Petit Granit di serie, Calacatta Vagli e Calacatta Viola su richiesta.

Lavabo Raso da appoggio, design Benedini Associati

A quasi vent’anni dal lancio della prima versione, il lavabo Raso debutta nell’inedita versione da appoggio da collocare sui piani dei diversi programmi Agape. Il nuovo lavabo si raffina nelle sue linee e si aggiorna nei dettagli e nelle dimensioni in sintonia con il rigore geometrico che lo ha reso allo stesso tempo iconico e molto versatile nei suoi abbinamenti. La versione in appoggio è disponibile in una sola dimensione nelle versioni in Solid surface termoformato a base acrilica oppure in marmo in tutte le finiture Agape a catalogo: bianco di Carrara, grigio carnico, nero Marquina, verde Alpi, Emperador dark e Petit Granit.

Lavabo Raso integrato, design Benedini Associati

In occasione del lancio del sistema Evo21, il lavabo Raso integrato, long-seller del catalogo Agape, si aggiorna nei materiali, nei dettagli e nelle dimensioni. La nuova versione rimane fedele al rigore iconico del progetto originale di Giampaolo Benedini del 2003 e può essere inserito sui piani Evo 21 in Solid surface da 12 mm e sui piani Flat XL da 6 cm. Su questi ultimi, è possibile realizzare anche configurazioni con doppio lavabo.

Rubinetteria Limón, design Patricia Urquiola

Il corpo cilindrico e la sua sezione circolare, che diventa maniglia, in un innesto imprevisto e perfettamente coerente. Urquiola, come già con il lavabo a colonna Lariana e il sistema Rigo, smonta e rimonta geometrie elementari per creare qualcosa di completamente diverso.

Freschezza formale e effetto scultoreo, in una tipologia di rubinetti che comunica con chiarezza la propria struttura e funzione.

Limón è disponibile per ogni esigenza funzionale in una grande varietà di finiture, cromata, brunito spazzolata, ottone naturale spazzolato o verniciata in nero opaco.

Rubinetteria Memory Mix, design Benedini Associati

Dall’iconica maniglia a croce dei rubinetti progressivi Memory prende forma Memory Mix. Una continuità estetica che risponde a funzioni diverse e praticità d’uso. La leva singola, pensata per i miscelatori tradizionali, riprende uno dei bracci della maniglia Memory e lo raddoppia in lung- hezza. La larghezza è calibrata ergonomicamente per il nuovo utilizzo. Sia per installazione su piano che a parete, Memory Mix risponde a tutte le necessità dell’ambiente bagno ed è disponi- bile nelle 9 finiture della serie Memory.

Specchio Vitruvio, design García Cumini

Un cerchio inscritto in un quadrato. La nuova collezione di specchi progettata da García Cumini per Agape guarda alla classicità in una visione contemporanea della proporzione e della bellez- za. Elemento di innovazione tecnologica aggiunto è lo studio della retroilluminazione. Come negli specchi teatrali la luce circonda la superficie riflettente e diventa una linea purissima capace di illuminare senza creare ombre. Vitruvio è disponibile in tre dimensioni, da 60, 80 e 120 cm, liber- amente combinabili fra loro e adatte a tutti gli spazi. Una concezione modulare aperta a moltepl- ici composizioni di sequenze specchianti.

Specchio Seppia, design Benedini Associati

Con i suoi angoli smussati, Seppia rimanda al concetto matematico di superellisse. A metà strada fra rettangolo e ovale, lo specchio progettato da Benedini Associati cita una forma che possiamo ritrovare negli arredi e nel car design degli anni ‘60 e ‘70 del ‘900 e ne riprende la purezza. La ge- ometria libera e non definibile in modo univoco di Seppia evita l’eccessivo rigore, in sintonia con l’atmosfera accogliente dell’ambiente bagno di Agape. Lo specchio può essere retroilluminato ed è posizionabile in orizzontale o in verticale, a seconda delle tipologie di spazio.

Seppia, design Benedini Associati

Specchio Narciso, design Benedini Associati

Narciso è la bellezza di uno specchio avvolgente, che offre a chi si prende cura di sé una visione a 360 gradi. Il grande elemento centrale è completato dai due elementi laterali orientabili e bifacciali integrabili con lo specchio ingranditore. I nuovi elementi laterali arrotondati e tonde, che si affian- cano alle alette squadrate, introducono un’estetica più morbida e gentile e ampliano le possibili combinazioni.

L’elemento centrale è disponibile in due altezze (60 e 80 cm), con o senza illuminazione, con lung- hezze che variano da 80 a 240 cm.

Materiali sostenibili e nuove finiture

Tutti gli elementi lignei di Evo 21, declinati in cinque diverse essenze, sono in legno precomposto Alpi ecocompatibile. Realtà storica del legno, Alpi si distingue per il controllo dell’intera filiera e per la produzione di legni precomposti che minimizzano gli sprechi e rispettano la biodiversità, con certificazioni FSC e OLB.

Agape inaugura anche una nuova collaborazione con Grassi Pietre, proponendo per la prima vol- ta alcuni pezzi iconici come la vasca Spoon XL di Benedini Associati e i lavabi Bjhon 2 di Angelo Mangiarotti in Pietranova, conglomerato cementizio sostenibile. Grassi Pietre dal 1850 si dedica all’estrazione e alla lavorazione della Pietra di Vicenza da cave proprie nei Colli Berici (VI). In otti- ca di sostenibilità l’azienda propone Pietranova, agglomerato di cemento e Pietra di Vicenza che oltre a una resa tecnico-estetica notevole permette il parziale riciclo degli scarti di produzione e il recupero dei residui di cava.

Novità anche tra le finiture, con l’introduzione del nichel spazzolato, dalle vibrazioni piacevolmente calde, che arricchisce di ulteriori possibilità estetiche le rubinetterie Memory e Memory Mix.

Fonte: Ufficio Stampa Novita Italia

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.

Visualizza altro:Bagni