Complementi d'arredo

Albero di Natale ecologico con le decorazioni green

Uno stile di vita eco-friendly può essere il primo buon proposito per l’anno nuovo: perché non iniziare con l’albero di Natale ecologico, addobbato con decorazioni green?

L’attenzione all’ambiente e un lifestyle più sostenibile sono gli argomenti più dominanti di questi anni. La tematica ambientale si inserisce anche nelle scelte per l’arredo, con mobili ecosostenibili e un arredamento green per una casa eco-friendly.

Questo orientamento non deve venire meno con il Natale. Anzi: proprio il periodo natalizio è il momento migliore per lanciare un messaggio di rispetto verso l’ambiente. Se negli anni il Natale è diventato simbolo di consumismo e sprechi, questo è il momento adatto per dare una nuova veste green alle festività. E poi è l’occasione giusta per impegnarsi verso uno stile di vita più ecologico anche in futuro, come nei tradizionali buoni propositi dell’anno nuovo.

Come rendere il Natale più eco-friendly? Con l’albero di Natale ecologico addobbato con decorazioni green!

Alberi di Natale: meglio veri o artificiali?

Per un Natale green la prima scelta da fare è quella dell’albero di Natale: meglio naturale oppure artificiale? La risposta potrebbe sembrare scontata ma non sempre è così.

Gli alberi di Natale naturali sono ecologici solo se provengono da filiera controllata, tanto nella coltura quanto nel trasporto.  La corretta gestione del patrimonio forestale e le certificazioni PEFC sono la discriminante per un albero di Natale davvero ecologico.

Gli alberi di Natale artificiali, invece,  sono realizzati con derivati del petrolio e altri elementi plastici, dunque vanno smaltiti come rifiuti speciali. Quindi, in caso si avesse già in casa un albero artificiale, il consiglio è quello di farlo durare il più a lungo possibile e poi smaltirlo seguendo le indicazioni delle cooperative ecologiche. Questa scelta è sicuramente più green che cambiare immediatamente l’albero di Natale artificiale, magari comprato online solo l’anno scorso!

Albero di Natale ecologico fai da te

Una scelta ancora più eco-friendly per l’albero di Natale ecologico è quella di realizzarlo con il fai da te. Un’occasione per divertirsi, recuperare qualche materiale di scarto e rendere la casa ancora più personale. Insomma, lo spirito natalizio al 100%!

Per l’albero di Natale fai da te si può utilizzare il cartone, intagliandolo a forma di albero e poi dipingendolo con i colori tipici del Natale. Questa è un’ottima soluzione soprattutto per chi ha figli, perché i bambini si divertiranno tantissimo a colorare la “loro” creazione!

In alternativa, il riciclo creativo di pallets e il recupero di vecchie sedie e cassetti diventano ottime soluzioni per un albero di Natale fai da te. Si possono recuperare le assi di legno, tagliandole nelle varie dimensioni in modo da creare una struttura piramidale. Oppure, per i più esperti nel bricolage, si può creare una composizione a forma di albero in stile Jenga, davvero impattante e di design.

Addobbi ecologici per albero di Natale


Affinché l’albero di Natale sia davvero green è necessario decorarlo con addobbi ecologici. Anche in questo caso la scelta del fai da te è sempre un’ottima idea. Con materiali di recupero o naturali, come vecchi vestiti, feltro, cartoncini e pigne si possono creare tante simpatiche decorazioni. Dagli gnomi natalizi alle classiche palline, passando per stelle e strisce di giornale colorate a forma di fisarmonica. Gli addobbi ecologici per l’albero di Natale sono divertenti da creare insieme e trasmettono un senso di calore e di magio per tutta la casa.

E poi, con un pizzico di fantasia e originalità, queste decorazioni sono in grado di abbellire lo stile estetico della casa. Per esempio, per l’arredamento scandinavo si useranno colori chiari per un albero di Natale total white mentre per arredare in stile shabby chic si creerà un patchwork natalizio fatto di stoffe di recupero.

Alessandro Chiarabini
Alessandro Chiarabini, 24 anni, due lauree e ancora tanta voglia di imparare. Il filo conduttore della mia formazione, dal liceo classico alla magistrale in pubblicità, passando per la triennale in filosofia, è sempre stata la comunicazione: comunicare significa condividere, entrare in relazione, stabilire un contatto. Per questo mi piace scrivere e raccontare di tutto quello che conosco e che vorrei conoscere: parlare è il modo migliore per aprire infinite possibilità di incontro. E cosa rappresenta l’unione e la convivialità meglio della casa? Quindi eccomi qua a parlare di arredamento, dettagli e sfumature, per entrare nelle case di tutti e conoscere, come diceva Wittgenstein, nuove “forme di vita”.

    Comments are closed.

    0 %