Cucine

Rastelli colora la cucina con la nuova palette cromatica di Cook

Cucina Kook nera
Tecnologia, design minimale e contrasti cromatici: ecco Kook, la cucina di Rastelli disegnata da Karim Rashid

Dare vita a nuove creazioni ed esprimere le propria personalità sono due degli obiettivi che persegue la cucina contemporanea. Non solo nella preparazione e realizzazione dei piatti ma anche nell’arredo della cucina stessa. Non un semplice ambiente di servizio ma una stanza comunicare e comunicarsi attraverso colori, sapori, profumi.

Proprio per questo Rastelli si è affidata all’archistar Karim Rashid per la realizzazione della sua nuova collezione. Nasce così Kook, il sistema monoblocco che combina un design altamente estetico e funzionale, promuovendo allo stesso ergonomicità e bellezza. Minimalismo e futurismo si fondono in questa struttura che prende nuova vita grazie ad un’intera palette cromatica tra cui scegliere. Il modo migliore per permettere alle persone di sentirsi libere di esprimersi, potendo decidere tra tonalità assolutamente anticonvenzionali

I colori di Kook per una cucina fuori dagli schemi

Se la struttura rappresenta già in sé un elemento assolutamente innovativo e intrigante, le tonalità in cui è disponibile aggiungono fantasia e originalità. I colori, del blocco e della luce Led che lo attraversa, strizzano l’occhio alla pop art di Andy Warhol e alla street art più contemporanea.

Il blocco monocolore riesce infatti a creare contrasti cromatici e materici sia con gli accessori che con gli altri elementi presenti nella stanza. Un utilizzo coraggioso e audace del colore che conferisce alla struttura un’aura futurista, quasi provenisse da un’altra epoca. Dal celeste al lime, dal melanzana all’arancione: ogni colore è progettato per stupire e catalizzare lo sguardo degli ospiti, grazie anche ai raffinati contrasti a dettaglio.

Cucina Kook, colori e tecnologia

La scelta cromatica non è casuale: i colori sono pensati per conferire personalità e carattere a una cucina con una spiccata anima innovativa. Le linee sinuose e la struttura inclinata fanno del monoblocco un componente di design altamente funzionale, pensato per chi in cucina vuole esprimere se stesso. Il tutto realizzato in Solid Surface, materiale solido e duttile per eccellenza.

Kook rappresenta la cucina del futuro anche per le integrazioni tecnologiche che la costituiscono. I pensili vengono nascosti da serrandine motorizzate, il lavello può essere coperto da un tagliere removibile che aumenta lo spazio di lavoro, la cappa è integrata e mimetizzata all’interno. Il tutto per creare un’idea di continuità, rimarcata anche dalla striscia led che attraversa trasversalmente il blocco. A questo si aggiunge il sistema Servo Drive che permette di aprire le ante con un semplice tocco, dischiudendo un mondo di pensili e mensole illuminate a led.

Cook, il colore della personalità

A tutto questo si aggiunge la possibilità di personalizzare la struttura integrandovi colonne aggiuntive per aumentare elettrodomestici e accessori. Una volta chiuse ante e serrande, Cook diventa un monoblocco d’arredo che non impatta visivamente l’insieme della cucina ma lo conquista e valorizza.

Tecnicità e design minimale; linee futuriste e materiali solidi; gusto estetico sospeso e colori poetici: il progetto di Karim Rashid per l’azienda abruzzese è il componente perfetto di una cucina contemporanea. Lo stile è avanguardista; ergonomia e funzionalità sono studiate per ottenere la massima efficienza. Prova ne è l’inclinazione della struttura e la sua profondità di 90 cm, che permette libertà di movimento e gesti agili per il lavoro. La stessa libertà che garantiscono i colori tra cui scegliere: volontà di esprimersi andando fuori dagli schemi, superando le convenzioni tradizionali e disegnando un modo tutto nuovo di intendere la cucina. Una cucina esperienziale ed emotiva, giovane e creativa.

Fonte: press office Cavalleri Comunicazione

Potrebbe piacerti anche

Comments are closed.

Visualizza altro in:Cucine