Novità aziende

Turri: un nuova vetrina in estremo oriente

Una nuova vetrina sull’estremo oriente

Da oltre 18 anni lo storico showroom Marquis accoglie nei 2000 mq del suo building situato nel cuore di Singapore il meglio del design europeo ed Italiano. Questa straordinaria vetrina del gusto e dello stile occidentale, fondamentale ponte commerciale non solo con il sud-est asiatico, ma con tutto l’estremo oriente, ha da poco siglato con Turri un accordo per includere il brand tra i suoi marchi del lusso.

È ormai noto il percorso di cambiamento stilistico che Turri ha intrapreso per incontrare il gusto e le esigenze delle nuove generazioni, più ‘globali’ e cosmopolite delle precedenti. Allora, quale luogo migliore di Singapore, città globale e cosmopolita per eccellenza, che ha in comune con l’azienda anche una sorta di ‘doppia anima’? Da un lato la lunga storia, fatta, nel caso della città come di Turri, di tradizioni e valori culturali imprescindibili, dall’altro il respiro internazionale, la commistione di stili e ispirazioni, lo slancio costante verso l’innovazione e il futuro.

Così, pur contando già su una forte presenza nei mercati asiatici, soprattutto in Cina, Turri rafforza la sua presenza in oriente grazie alla collaborazione con Marquis Furniture. Nei 150 mq dedicati al brand sono esposte alcune collezioni recenti e altre più iconiche, come a voler ribadire, in modo riconoscibile, quel percorso di cambiamento e quell’apertura al gusto contemporaneo che affondano le loro radici in una consolidata identità artigianale. Interessante la scelta della collezione Eclipse per la proposta notte, così rassicurante e accogliente con le sue forme circolari, o quella della collezione Melting Light per le zone living e dining. Questa, disegnata da Frank Jiang, è sicuramente una linea d’arredamento che incarna lo spirito cosmopolita tanto dell’azienda quanto di Singapore, con uno stile in perfetto equilibrio tra oriente e occidente. Infine, il living della collezione Milano, firmati dallo Studio SBGA | Blengini Ghirardelli, diventano simbolo di italianità grazie all’evidente ispirazione alla città di Milano, centro culturale ed economico dal respiro internazionale.

Pur in una fase emergenziale globale, la possibilità di aprire una nuova vetrina sull’estremo oriente altro non è che una conferma della fiducia che Turri dà e ottiene dai mercati. Uno sguardo ottimista verso il futuro, consapevole del fatto che mai come in questo momento l’arredamento è un investimento di lungo termine, e il design italiano un plus irrinunciabile per migliorare il proprio comfort abitativo e dunque la qualità della vita.

Fonte: Ufficio Stampa Cavalleri Comunicazione

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.

Visualizza altro:Novità aziende