Arredamento

Cesar veste la casa con Dressup, il sistema modulare progettato da Garcia Cumini

Dressup di Cesar disegnato da Garcia Cumini
Cesar veste le pareti di casa con il nuovo Sistema Dressup, per reinventare il concetto di cassetti e mensole

La caratteristica principale delle abitazioni moderne è la loro versatilità. Soprattutto in questi tempi di lavoro da casa, è necessario che le varie zone siano funzionali e polivalenti. Pian piano, stanno scomparendo le divisioni spaziali che creavano compartimenti stagni tra le varie aree della casa. Oggi, soprattutto con la diffusione degli appartamenti open space, gli spazi sono sempre più interconnessi. Si creano percorsi funzionali, pratici ed estetici, che rendono l’intera abitazione adatta alle singole esigenze contingenti.

In quest’ottica, è necessario che anche gli elementi d’arredo siano poliedrici e duttili. Per questo, Cesar si è affidata nelle ultime produzioni allo studio design Garcia Cumini, interprete perfetto delle richieste contemporanee. Tra le novità nate da questa collaborazione spicca Dressup, il sistema modulare di contenimento che reinventa il concetto di pensili e cassetti. All’esigenza pratica di contenere e appoggiare accessori si unisce una linea estetica riconoscibile e inimitabile.

Dressup, il Sistema per vestire le pareti di casa

L’idea di fondo è quella di rendere funzionali le pareti di casa: non muri divisori, ma basi d’appoggio ed elementi integranti dell’arredo. Dressup è un sistema a parete che sfrutta lo spazio sia in verticale che in orizzontale, adattandosi all’esigenze logistiche dell’abitazione. In questo modo, la parete viene rivestita dal sistema di contenimento che permette di dare nuova funzionalità all’intera stanza.

Ecco perché, pur nascendo come mobilio da cucina, Dressup è in grado di arredare ogni sala e zona della casa. Le sue modularità e la varietà delle finiture con cui viene realizzato lo rendono ideale anche per living e soggiorni, con degli accorgimenti possibili anche per la zona notte.

Colori, finiture e caratteristiche di Dressup

Il tratto distintivo dell’intero Sistema è la sua leggerezza: la sua profondità di soli 22 centimetri lo rende quasi un elemento sospeso sulla parete. Se l’ariosità è la qualità che salta per prima all’occhio, vale la pena sottolineare anche la sua versatilità. I profili sono realizzati in alluminio millerighe nero, champagne e bronzo; le finiture dello schienale variano dal seminato al laccato, dalla ceramica al melaminico. Inoltre il modulo è personalizzabile con optional a scelta: illuminazione interna LED, ganci porta accessori e diffusione sonora.

Una menzione speciale va poi alla versione Dressup Line, che combina la maestria artigianale all’evoluzione tecnologica. In questa versione il rivestimento consente l’abbinamento cromatico tra schienale e mensola, disponibile per l’intera palette Cesar.

Dressup e Art Collection

Un simile Sistema non può che lasciare spazio a fantasia e visione di nuovi utilizzi e combinazioni. Tra queste, spicca la collaborazione tra il Sistema e la collezione Art Collection: Dressup diventa tela artistica che decora le zone della casa.

L’intero modulo, infatti, ospita le fotografie still life della veneziana Zaira Zarotti. Elementi floreali, che rimandano chiaramente alle nature morte rinascimentali, si imprimono nella struttura per sconfiggere la loro fugacità. La bellezza effimera dei fiori, la semplicità degli oggetti inanimati, diventa surplus di valore e simbolo di durata nel tempo grazie alla sua combinazione con la matericità di Dressup. Gli scatti sono creati su misura per essere poi trasferiti sullo schienale, proponendo una versione artistica del classico sistema di contenimento.

Fonte: ufficio stampa Alam per comunicare

Potrebbe piacerti anche

Comments are closed.

Visualizza altro in:Arredamento