Arredamento

Milano D Studio, il nuovissimo spazio dedicato al dialogo tra gli iconici brand di Design Holding

D Studio Milano: la nuova design destination della capitale del design

Design Holding porta a Milano il format di retail dove convivono i mondi di B&B Italia, Maxalto, Azucena, Arclinea, Flos e Louis Poulsen.

In occasione del Fuorisalone 2021 inaugura a Milano D Studio, il nuovissimo spazio dedicato al dialogo tra gli iconici brand di Design Holding.

D Studio porta in Italia un innovativo format di retail e progettazione, un luogo di incontro in cui professionisti, clienti e appassionati potranno toccare con mano il meglio del design italiano e scandinavo, ovvero le icone assolute di B&B Italia, le lavorazioni sofisticate di Maxalto, i classici senza tempo di Azucena, le cucine d’avanguardia di Arclinea, la storia di sperimentazione ed innovazione di Flos e le iconiche lampade di Louis Poulsen, progettate per dare forma alla luce.

Prodotti, servizi, ispirazione e tecnologia: unesperienza inedita a Milano

Il primo D Studio al mondo è stato inaugurato a Copenhagen nel giugno 2021, negli spazi di un edificio storico di Holmen, un quartiere residenziale con una particolare vocazione alla cultura. Il Flagship Store di Milano nasce in via Durini 14, indirizzo chiave di un’area che rappresenta un cuore pulsante del design italiano. Gli spazi che in precedenza ospitavano lo storico negozio B&B Italia prendono un nuovo e sorprendente respiro su una superficie di oltre 2.150 mq. Negli spazi di D Studio ogni brand assume il ruolo di protagonista, ma allo stesso tempo instaura relazioni con oggetti e merceologie differenti, in un hub dove il design apre a un’inedita dimensione tra esperienza, business e ispirazione.

D Studio mette al centro il servizio proponendo a clienti e professionisti installazioni sempre diverse, promuovendo la cultura del design con eventi e incontri, portando alla scoperta delle soluzioni tecniche più adatte a ogni progetto grazie al supporto di personale esperto. I marchi presenti trovano dunque una casa dove esprimere al meglio la loro identità, con allestimenti monografici e multi-brand in costante evoluzione, aree per il lavoro condiviso e superfici tecniche in cui sperimentare domotica e illuminotecnica.

Uno spazio riscoperto che prende nuova vita

D Studio a Milano è il risultato di un lavoro corale che ha visto all’opera Massimiliano Locatelli e Piero Lissoni, punti di riferimento assoluti nell’architettura e nel design internazionali. Il progetto architettonico di Locatelli Partners ha riprogettato lo spazio rivelando elementi nascosti dalle precedenti ristrutturazioni. Luce, trasparenza e rapporto tra interno ed esterno sono le chiavi di lettura dell’intervento. L’edificio di via Durini – ideato nel 1954 dallo Studio Sommariva – ospitava fin dalle origini un imponente salone di automobili dove la luce naturale entrava generosa grazie a vetrine e lucernari. Tali soluzioni sono state valorizzate da Locatelli in ognuno dei tre livelli per esaltare continuità, volumi e rapporto con la città. Il piano terra unisce in prospettiva le facciate opposte di via Durini e via Cerva, dove c’è un inaspettato giardino. Al piano inferiore sono state recuperate le grandi finestre preesistenti, che ora regalano luce e originali punti di vista. Il soppalco, a cui si accede tramite una grande scala che rompe la maglia regolare, è visibile da ogni lato e collega gli ambienti come una piazza rialzata, arrivando ad affacciarsi sul giardino interno.

Lo studio Lissoni & Partners ha curato il progetto di allestimento stabilendo le basi per una conversazione tra capolavori del design, ultime novità e anteprime di collezioni future. Partendo dagli aspetti storici di ciascuno dei marchi presenti, l’allestimento distilla l’essenza dei prodotti mettendoli in rapporto reale tra di loro, in ambienti capaci di raffigurare la vita di oggetti e persone. Il primo piano accoglie i visitatori con una disposizione essenziale, dove icone senza tempo dialogano alla pari con proposte recenti. Attraversando questo volume maestoso sovrastato dal grande soppalco, si arriva al giardino, dove le collezioni outdoor di arredo e illuminazione saranno presenti tutto l’anno. Scendendo al piano inferiore si è accolti dalla Piazza della Luce, dove il design della luce diventa emozione e crea effetti altamente spettacolari grazie a sapienti giochi di specchi. Fa da contraltare il Teatro Tecnico, dedicato a tecnica e tecnologia dell’illuminazione. Il piano sotterraneo culmina con la Villa D Studio, un esempio di format abitativo nel quale prende forma il dialogo tra i marchi di Design Holding.

L’illuminazione architetturale di tutti gli ambienti di D Studio è stata realizzata da Flos, con una particolare attenzione al rapporto tra luce artificiale e la luce naturale, elementi integranti nella definizione della struttura. La tecnologia Tunable White rende infatti possibile simulare la temperatura di colore della luce naturale ricalcando il ritmo circadiano.

Tante storie in dialogo, all’insegna della passione per il design

D Studio si propone come luogo ideale per l’espressione corale di ogni brand, in un ambiente fluido in cui unicità e confronto creano relazioni tutte da scoprire.

B&B Italia presenta presso D Studio le sue eclettiche collezioni indoor e outdoor. I clienti contract e retail possono sperimentare le varie sfaccettature del marchio, presente in ognuno dei tre piani del negozio, giardino incluso. Accanto a pezzi da collezione come Camaleonda di Mario Bellini e UP di Gaetano Pesce, si potranno scoprire le novità del 2021: il sistema di imbottiti Noonu di Antonio Citterio, il tavolo Allure O’ e la poltroncina girevole Flair O’ di Monica Armani, la poltrona reclinabile Harbor Laidback di Naoto Fukasawa e il side table Sir Vito di Studio Kairos. L’opening sarà anche l’occasione per toccare con mano alcune anteprime 2022, come la collezione Pablo Outdoor di Vincent Van Duysen e i lettini da sole Borea di Piero Lissoni.

Maxalto trova il suo spazio elettivo nei 400 mq interamente dedicati del soppalco, dimensione ideale per immergersi nello stile senza tempo disegnato da Antonio Citterio e godere delle lavorazioni sofisticate provando l’autentico lusso delle sue creazioni. Azucena promette di essere una presenza discreta e riconoscibile in ogni area dello showroom, con i suoi classici disegnati da Luigi Caccia Dominioni.

Arclinea è protagonista dell’area contract del piano inferiore, punto di partenza di un’esplorazione che potrà portare a scoprire tutta la Collezione nel vicinissimo Flagship Store di via Durini 7. La scelta di rappresentare lo spazio Contract con Thea, l’ultimo progetto di Antonio Citterio per Arclinea, corrisponde alla grande flessibilità di questo progetto, nato per il contesto globale del mercato. Thea interpreta un concept preciso che risponde alla tendenza di separare la cucina in due aree tra loro distinte e complementari, la Wet e la Show kitchen: una più tecnica, l’altra più conviviale. Dalla soluzione di queste aree derivano due diversi spazi funzionali, mediati dall’uso di pareti/boiserie e da passaggi risolti con il sistema di porte Frame.

Su ogni piano si incontrano le creazioni di luce di Flos, a partire dalla lunga parete dedicata ai prodotti decorativi del piano terra. Luci decorative e luci tecniche da esterni illuminano il giardino in un mix armonioso, mentre al piano sottostante Flos si esprime nella Piazza della Luce e nel Teatro Tecnico, una sala in cui testare la qualità, il comfort visivo e la performance luminosa delle collezioni Flos. Qui sarà svelata al pubblico Oplight, rivoluzionaria lampada da parete di Jasper Morrison. Nella Project Room clienti e architetti possono sviluppare progetti illuminotecnici con il contributo di personale qualificato. Nei giorni dell’inaugurazione la vetrina ospiterà una spettacolare installazione dedicata a Coordinates di Michael Anastassiades presentata in anteprima nella ricercata finitura Argent Moon. Inoltre, vedremo un’edizione speciale di Parentesi, dedicata alla celebrazione del 50° anniversario del capolavoro di Achille Castiglioni e Pio Manzù.

Il design scandinavo di Louis Poulsen arriva presso D Studio con le sue lampade capaci di dare alla luce una forma sempre nuova. Illuminazione decorativa e architetturale, da interni ed esterni, classici e novità: ogni aspetto dell’azienda danese troverà la giusta rappresentazione, dalla vetrina al piano terra, fino ad arrivare alla Piazza della Luce. Al piano inferiore la Light Room di Louis Poulsen è uno spazio immersivo in cui il personale qualificato può dimostrare come il principio dell’armonia luminosa e un buon progetto illuminotecnico possano effettivamente cambiare la percezione dello spazio. Sarà l’occasione per celebrare anche i 50 anni di Panthella di Verner Panton, proposta in finiture e varianti mai viste prima.

Louis Poulsen introdurrà anche alcuni prodotti inediti. Durante la settimana di apertura, l’emergente designer danese, Anne Boysen, presenterà il suo nuovo iconico prodotto, Moonsetter. Il designer Øivind Slaatto racconterà le nuove estensioni di gamma della famosa lampada da sospensione Patera. Louis Poulsen ha collaborato con il prestigioso studio di design giapponese, Nendo, allo sviluppo della nuova lampada da tavolo NJP Mini, estensione di gamma molto attesa di questo best seller. In esposizione anche la famiglia di lampade Keglen, frutto della collaborazione con BIG Ideas, presentata in tutte le nuove versioni da tavolo, da terra, a sospensione e da parete. Louis Poulsen porterà a Milano anche alcuni prodotti di illuminazione per l’outdoor, Bysted Garden e AJ Garden (design di Arne Jacobsen), soluzioni ideali per i progetti residenziali. Ultimi ma non meno importanti, due fra i più celebrati “house designer” danesi di Louis Poulsen, Vilhelm Lauritzen e Poul Henningsen che contribuiscono con la reintroduzione di prodotti iconici del loro archivio – la famiglia VL Studio, l’intera gamma di sospensioni della famiglia PH, la lampada da terra PH 80, e l’edizione limitata di quest’anno PH 2/2 The Question Mark.

Da Copenhagen a Milano, fino a New York. E oltre.

Ogni D Studio nasce con l’intento di dialogare con la città che lo ospita, in sintonia con lo spirito del luogo e con le dinamiche locali. Alla fine del 2021 inaugurerà il D Studio di Madison Avenue a New York, uno spazio unico focalizzato sul contract, concepito per andare incontro alle esigenze e alle abitudini del mercato americano. La storia di unicità e confronto di D Studio proseguirà poi con ulteriori aperture in Asia e negli USA nel 2022.

**************************

Design Holding

Design Holding è il primo gruppo al mondo nel settore del design di alta gamma, con un patrimonio culturale di impronta europea e una presenza globale caratterizzata da diversificazione geografica, canali di distribuzione e categorie di prodotto eccezionali. Fondato a novembre 2018 e pariteticamente controllato dai gruppi di investimento Investindustrial e The Carlyle Group, il Gruppo è attualmente formato da tre aziende leader nel settore e complementari: B&B Italia, Flos e Louis Poulsen, insieme alle rispettive consociate, vantano una collezione di pezzi iconici progettati da designer di fama internazionale. A giugno 2021 Design Holding ha acquisito YDesign Group, una delle principali piattaforme digitali negli Stati Uniti per l’e-commerce di prodotti di arredamento e illuminazione di alta gamma. Design Holding ha recentemente lanciato una joint venture con Fendi (FF Design) per sviluppare ulteriormente l’attività di Fendi Casa.
Fonte: Ufficio Stampa Ghenos Communication

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.

Visualizza altro:Arredamento