Giardino e terrazzo

Pavimentare il giardino con il cotto: praticità e resistenza

pavimentare giardino, pavimento cotto

Queste due caratteristiche fondamentali però sono assicurate solo se la posa è fatta alla perfezione, meglio se da un professionista.
Il cotto può essere rustico e grezzo, se dopo la cottura non ha subito nessun tipo di trattamento. Se invece viene levigato avrà un aspetto più lucido. Il cotto è di buona qualità quando resiste ad ogni condizione meteorologica, alla compressione, alla trazione e ai prodotti chimici.
Potete sceglierlo in diverse tonalità che daranno un aspetto diverso alla vostra pavimentazione.
Per far sì che il vostro pavimento in cotto, abbia una maggiore durata nel tempo e anche una migliore resa estetica dovete fare una buona manutenzione.
Per la pulizia quotidiana, basta usare anche solo l’acqua ed eventualmente la lucidatrice. Ogni tre anni, invece è consigliabile fare una pulizia più profonda, meglio se fatta da professionisti del settore!
Il cotto è un materiale estremamente duttile e si può accoppiare anche ad altri materiali per esterni, come ad esempio il legno.
Voi che cosa ne dite? Vi piacerebbe il cotto per pavimentare il vostro giardino?

Potrebbe piacerti anche

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visualizza altro in:Giardino e terrazzo