Blogger arredamento

Intervista a Serena Barison: vintage e moderno un incontro di stili

Serena raccontaci qualche cosa in più su di te: come è sbocciata la passione per l’Interior Design e l’Architettura.
Ho sempre avuto sin da piccola la passione per i mobili e gli ambienti di casa, fin da quando mio papà da piccola mi portava nel suo negozio di mobili di arredobagno e io prendevo carta e penna e cominciavo a ridisegnarli. Poi con il tempo, crescendo la mia passione è sfociata nell’architettura di interni, e nel cercare di trasmettere sensazioni attraverso gli oggetti, i colori, la disposizione degli arredi all’interno degli ambienti di casa.

barison 1Come è nato a Picsilli?
Picsilli è un blog nato dalla voglia di raccontare la mia grande passione per le case di una volta, quelle che ho battezzato le “vintage modern home”. Che sono state recuperate ma non stravolte e valorizzate dallo stile moderno che si fonde con quello vintage.

Che cosa ami di più dello stile Vintage?
Lo stile vintage riesce ad emozionarmi, ha linee morbide, colori che amo. E’ molto semplice ed elegante e si fonde perfettamente nelle nostre case moderne. E poi la sensazione di “vissuto” che trasmette è impagabile.

Quali sono gli elementi “antichi” che non possono mancare in una casa?
In una “vintage modern home” non può mancare una libreria vintage, magari di quelle anni ’60, una sedia o una poltrona e una credenza.

Che tipo di approccio hai quando un cliente ti chiede di rinnovare la sua abitazione?
Cerco sempre di capire realmente come vuole rinnovare casa e le sue motivazioni. Quali sono le sue esigenze e il suo stile di vita. Come la immagina e come vuole “trovarsi bene” all’interno delle mura domestiche, senza tralasciare ovviamente le questioni legate a budget e tempistiche.

Che consiglio puoi dare ai nostri lettori che cercano qualche idea “vintage” per la loro abitazione?
Partire dalla ricerca di pezzi vintage da riadattare dalla soffitta di casa è sempre un ottimo inizio! Poi frequentare i mercati del vintage nelle varie città dove si possono trovare anche pezzi unici oppure affidarsi a negozi che vendono arredi recuperati da tutte le parti del mondo. Consiglio di non appesantire l’arredamento di troppi pezzi, pochi ma buoni è per me la regola, in modo tale da creare un punto focale e valorizzare al meglio il singolo pezzo.

Ringraziamo Serena per la professionalità e disponibilità con cui ha risposto alle nostre domande. Se volete scopire le sue soluzioni di arredo vi aspetta su Picsilli

Katia Loft
Amo tutto ciò che è legato allo stile, all’estetica e al buon gusto per l'arredamento. Queste passioni le ho affinate  durante il percorso universitario di Storia dell’Arte, ma credo di essermi perdutamente “innamorata” quando ho visto per la prima volta Casa Kaufmann di Frank Lloyd Wright o lo stile essenziale e funzionale di Alvar Aalto; vorrei potermi sedere almeno una volta nella vita sulla “Poltrona 41”! Da qui il passaggio all’Interior Design è stato quasi naturale! Ho iniziato a frequentare fiere, a girovagare sul web  per trovare “chicche di arredo” e rimanere sempre aggiornata sulle ultime tendenze e su soluzioni pratiche e di stile.

    Potrebbe piacerti anche

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Visualizza altro in:Blogger arredamento