Complementi d'arredo

Tavolo Evenmore: Roberto Lazzeroni arricchisce le collezioni Ceccotti

Tavolo Evenmore disegnato da Lazzeroni per Ceccotti Collezioni
Dalla collaborazione tra Roberto Lazzeroni e Ceccotti Collezioni nasce Evenmore, più di un semplice tavolo

L’arredamento contemporaneo insegna che un elemento non è mai un semplice componente dell’arredo. Il tavolo Evenmore, disegnato da Roberto Lazzeroni per Ceccotti Collezioni, esprime questo concetto già dal nome. Even more, in inglese, significa “anche di più”: più di un semplice tavolo. E non potrebbe essere altrimenti, data l’origine del prodotto. Alla genesi della sua creazione c’è infatti una riflessione di Mario Merz: “il tavolo è legato all’uomo in modo molto organico, è un pezzo di pavimento rialzato, sopraelevato”. Un concept profondo e romantico, che Lazzeroni raccoglie e fa suo declinandolo secondo i canoni estetici più contemporanei.

Si rafforza così la collaborazione tra l’interior designer pisano e l’azienda toscana. Una partnership che ha le sue radici nel territorio e nella storia comuni, un legame che va oltre i singoli prodotti. Ceccotti Collezioni amplia la linea di prodotti senza perdere di vista il percorso che l’ha preceduta: il connubio perfetto di artigianato e design.

Caratteristiche del tavolo Evenmore

Semplicità, eleganza, solidità. Sono queste le tre caratteristiche principali dell’ultima creazione di Roberto Lazzaroni. La pulizia delle linee va a creare una configurazione dall’aura quasi austera, elevata dalla qualità dei materiali utilizzati. Evenmore è realizzato in massello di noce americano o frassino, tipologie di legname che trasferiscono proprio l’idea di compattezza. La pianta rettangolare accoglie in un incastro perfetto le quattro gambe: un’incastonatura di ispirazione giapponese, realizzata però con tipici materiali occidentali.

La solo apparente distanza geografica si trasforma in un gioco di materie e materiali. La struttura rettangolare, infatti, serve a contenere piani di diverse conformazioni. Dal legno, per un’ideale di continuità, al vetro visarm che conferisce lucentezza e brillantezza senza nulla togliere alla solidità; passando per il marmo, che porta la durezza ad un livello di eleganza e raffinatezza superiori.

Evenmore all’interno di Ceccotti Collezioni

Una struttura che si staglia quasi imperiosa al centro di ogni stanza: questo tavolo sembra quasi vivere una vita propria. Le varie dimensioni lo rendono flessibile a diversi ambienti, dalla zona living allo studio. L’idea di fondo è proprio la contemporanea contaminazione degli spazi all’interno della casa. Le stanze non sono più separate ma collegate in un percorso a funzionalità crescente.

In quest’ottica il tavolo Evenmore si circonda perfettamente degli altri componenti della collezione. Per esempio, ad accompagnarlo possono essere le nuove sedute Ala progettate da Giuseppe Casarosa. Anch’esse tra le ultime novità dell’azienda sono realizzate proprio in massello di noce americano o frassino: una continuità di materiali con Evenmore che richiama i due elementi, creando al contempo una netta distinzione dei ruoli.

La pulizia delle linee e la capacità di creare un insieme leggero con materiali pesanti sono i tratti distintivi del design di Lazzeroni. Per questo ad affiancare Evenmore possono essere anche le sedie Chumbera Segunda, con la seduta in multistrato imbottita che contrasta con la solidità del tavolo.

Fonte: Gabriella De Biase media and public relations

Potrebbe piacerti anche

Comments are closed.

Visualizza altro in:Complementi d'arredo