Bagni

Doccia o vasca? Questo è il dilemma!

meglio doccia o vasca

State ristrutturando casa e non sapete scegliere tra doccia o vasca? Se la mancanza di spazio non decide per voi, questa scelta è quasi inevitabile. Sono pochi infatti i bagni che permettono l’installazione di entrambe, costringendo spesso a pesare i pro e i contro tra vasca e doccia.

Meglio doccia o vasca?

Siete amanti del benessere e volete che il vostro bagno sia una mini spa dove potersi rifugiare dopo il lavoro? Niente paura, in commercio esistono vasche di tutti i tipi che possono fare al caso vostro. Le tre parole d’ordine che dovete tenere presente in questo tipo di bagno sono: design, tecnologia e sensi (i vostri!). Unendo questi elementi riuscirete ad avere un bagno da urlo!

Se invece lo spazio è poco, come il vostro tempo, allora la soluzione possibile è una sola: la doccia. Oltre a essere la soluzione più pratica e ideale per risparmiare, la doccia è spesso anche il modo più veloce per pensare alla pulizia personale.

Tra praticità ed estetica, si sa, la scelta può essere difficile. Per decidere tra la vasca da bagno e la doccia non basta basarsi semplicemente sul gusto estetico, ma serve valutare il proprio stile di vita e – mai come in questo momento storico – le scelte di consumo.

Perché al di là della semplice estetica, la scelta tra vasca o doccia ha tanto a che fare con la vita quotidiana.

Doccia, tutti i pro

Se volete comunque avere una zona tutta per voi che vi dia il piacere dei sensi, anche la doccia può rivelarsi un’ottima scelta. Non è più solo un piatto con un erogatore che spruzza acqua! Ormai si è evoluta e strizza l’occhio al benessere e al relax. La prima evoluzione l’hanno avuta proprio i soffioni, da cui sgorga il getto d’acqua, che hanno raggiunto dimensioni di tutto rispetto: dai 20 ai 50 cm. Il tutto può essere poi arricchito da effetti di luce con varie ritmicità e pressioni di getto d’acqua: effetto pioggia, effetto rugiada, effetto spray…effetto grandine! Scherzi a parte, sotto questi soffioni il relax è assicurato. Anche le cabine che si trovano in commercio sono a volte strabilianti. Dotate di tutti i comfort, possono essere in cristallo temperato, trasparente, opaco, con luce soffusa, con faretti, o con spot colorati che tramite opportune tecnologie inglobano nella doccia la cromoterapia!

Vasca, una spa a casa vostra

E la vasca allora? Anche qui c’è l’imbarazzo della scelta. I produttori ormai propongono di tutto; dalla più semplice alla vasca freestanding, che può avere svariate forme, alla vasca idromassaggio che promette relax e riposo. Anche qui la scelta dipende molto dal vostro stile di vita, dal tempo che volete e potete dedicare alla cura personale…e dal portafoglio.

Avete bambini piccoli? La vasca è una scelta molto pratica per il bagnetto.

Perché sostituire la vasca con una doccia

La sostituzione della vasca con una doccia si può ormai effettuare anche al di fuori dei lavori di ristrutturazione. Più ecologica, la doccia viene preferita dalla maggior parte delle persone, soprattutto se si tratta di una doccia walk-in. Il sistema di scarico è identico, cambia solo la superficie pavimentata. Un vantaggio per chi teme lavori troppo impegnativi è il piatto doccia a incasso, con cui si minimizzano perfettamente gli interventi di adattamento.

Vasca o doccia, qual è la più facile da pulire?

In termini di pulizia ordinaria vasca e doccia si equivalgono. La vasca ha spesso almeno due lati appoggiati sul muro, mentre la doccia può averne anche tre oltre ai pannelli degli sportelli. La superficie da pulire è quindi praticamente la stessa. Il nostro consiglio è quello di asciugare sempre le pareti per prevenire la formazione di muffa nei giunti.

La doccia con le superfici in vetro ha il vantaggio di essere facile da pulire, semplicemente con una spatola tergivetri e uno spray anticalcare. La vasca richiede una posizione meno agevole per essere pulita a fondo.

E voi che tipi siete, da doccia o vasca?

Sonia Desi
Sono appassionata di viaggi, libri, cinema e cartoons. Ma più di ogni cosa mi piace scrivere! Dopo studi classici, ho preso una laurea in Scienza della Comunicazione. L’interesse per l’arredamento di interni è nato con l’esperienza, del tutto personale, dell’arredamento...della mia casa! Quando ho deciso di "ripensarla" mi sono rivolta ad un architetto di interni, a cui ho reso la vita difficile con le mie esigenze di comodità. Alla fine l'abbiamo resa bella e pratica, grazie al mio personal home stylist tanto preciso e scrupoloso quanto originale ed eclettico. Così ho capito quanto è elaborato, complesso, ma anche infinitamente divertente il mondo dell’interior design!

    Potrebbe piacerti anche

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Visualizza altro:Bagni