Giardino e terrazzo

Cucina da esterno: il piacere di cucinare in giardino

La cucina da esterno è la soluzione ideale per godersi le fresche serate estive in compagnia degli amici. Ma anche per un bel pranzo in famiglia all’aperto o semplicemente per svagarsi un po’: la cucina all’aperto è sempre un’ottima idea.

Quando si parla di cucina in giardino, bisogna prima di tutto avere un’area abbastanza ampia dove poterla allestire. Inoltre il giardino deve essere curato, in modo da invogliare la vita all’aria aperta e poter organizzare qualche pranzo o cena ospitando amici e colleghi. L’atmosfera sarà magica: un po’ di musica a fare da sottofondo, il cielo limpido mentre il sole tramonta, un cocktail fresco, e i fornelli che ospitano le ricette più sfiziose.

Scopriamo insieme come organizzare lo spazio perfetto per cucinare in giardino

Cucine da esterno: quale scegliere?

La prima cosa da decidere è il tipo di cucina che si vuole realizzare, sulla base dei possibili utilizzi soprattutto il budget.
Per esempio, perché non optare per una cucina da esterno prefabbricata compatta e salvaspazio? In quel caso i costi possono essere contenuti. Per chi, invece, desidera una cucina da esterno completa, quella in muratura è la scelta migliore. Ovviamente ha dei costi diversi, e richiede anche degli accorgimenti specifici da apportare al giardino. Una valida alternativa, anche per risparmiare qualcosa, è costituita dai modelli di cucina in muratura da esterno prefabbricate.

Scopriamo insieme i vari modelli

Cucina esterna in muratura

La cucina in muratura ha sicuramente il suo fascino soprattutto se viene realizzata in giardino. Ha il sapore di antico e ricorda molto i vecchi forni che le nonne avevano all’esterno per cuocere il pane. Nella cucina in muratura si può includere tranquillamente il barbecue o il forno per la pizza: così si crea un vero paradiso per gli amanti della buona cucina!

Un requisito fondamentale per la cucina muratura è che deve essere collocata sotto una tettoia in modo da poterla proteggere sia dal caldo che dalla pioggia. In questo modo diventa uno spazio esterno vivibile e confortevole dove poter passare dei piacevoli momenti. Rispetto alla cucina tradizionale bisogna scegliere dei materiali più resistenti che devono sopportare gli sbalzi di temperatura.

Per esempio, chi ha una casetta in giardino che non usa più, può pensare di riutilizzarla e trasformarla in una cucina!

Cucina compatta a scomparsa

In commercio ci sono anche delle cucine compatte monoblocco a scomparsa! Sono davvero fantastiche: in un colpo solo si ottiene tutto il necessario e gli spazi sono studiati appositamente. Hanno davvero tutto: i fornelli per cucinare, il lavandino, il mini frigo, e anche un piccolo piano da lavoro.

Il bello delle cucine da esterno a scomparsa è che sono discrete. In questo modo, nei periodi dell’anno in cui rimane inutilizzata rimane in giardino senza dare troppo nell’occhio. E poi è facile da allestire con i vari accessori: bisogna solo sapersi organizzare e gestire gli spazi in modo intelligente.

Quale materiale scegliere?

Per quanto riguarda lo stile e il materiale, tutto dipende dal gusto personale e dalle preferenze estetiche. Si può scegliere la pietra che darà un effetto rustico e country alla cucina, oppure anche i mattoni per un effetto più moderno.

Come organizzare una cucina da giardino

Arriviamo ora alla progettazione dello spazio e agli elementi che ci dovranno essere in una cucina da esterno.

– Il piano cottura
– il piano di lavoro
– il frigorifero
– il lavandino

Piano cottura per cucine da esterno

Per creare uno spazio per cucinare in giardino davvero completo, l’ideale è di organizzare il piano cottura che possieda sia i fornelli a gas che una zona barbecue con griglie, con un sistema a carbonella. La soluzione ibrida è sicuramente la scelta migliore.

Bisogna valutare anche di inserire una cappa da cucina per i fumi. Anche se all’esterno è sempre bene controllare i fumi. In questo modo si eviterà di disturbare gli ospiti con l’odore di fritto o con il fumo del barbecue, se la direzione del vento dovesse essere sfavorevole.

Per gli amanti del pane o della pizza fatta in casa, non può di certo mancare anche un bel forno per pizza.

Piano da lavoro da cucina per esterno

In una cucina non può mancare un piano da lavoro, anche se piccolo ci deve essere per forza!
L’organizzazione di un piano da lavoro in cucina dipende molto dall’utilizzo che se ne deve fare e dallo spazio a disposizione. Qui bisogna  avere a portata di mano cassetti attrezzati con tutti gli accessori da cucina utili ed indispensabili.

Se si ha uno spazio ampio, si può optare anche per una bella isola, che in una cucina esterna è il massimo. Diventa lo spazio ideale per impastare il pane o la pizzasistemare la carne nelle griglie del barbecue o affettare finemente le verdure da grigliare o da friggere!

Frigorifero da esterno

Avere un frigorifero da esterno è molto comodo, in modo da poter cucinare in tutta tranquillità senza dover fare continuamente avanti e indietro con la cucina interna.
Un’alternativa intelligente può essere il mini frigo, dove mettere solo il necessario. È una soluzione utile visto che la cucina esterna non si usa tutti i giorni, ma solo in alcuni periodi dell’anno.

Lavandino da esterno

Così come in una cucina tradizionale, anche il lavandino per una cucina esterna è un elemento molto importante. Per quanto riguarda il materiale, dipende sempre dal budget che avete a disposizione.
Nel caso di una cucina esterna prefabbricata, non ci sono problemi: sarà sicuramente dotata di un lavandino con tanto di serbatoio. Se invece si sceglie quella in muratura, bisogna pensare anche a un sistema idraulico, con ovviamente dei costi maggiori.

Un ultimo consiglio sulle dimensioni. Visto che in giardino probabilmente si cucinerà usando il barbecue o il forno per pizza, ci saranno da lavare griglie o teglie da pizza che sono ingombranti. Il lavandino, quindi, va scelto bello grande. Magari anche con un’unica vasca e molto profondo!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

0 %