Pavimenti

Breviario del tappeto per il salotto: a ciascuno il suo stile

tappeti per il soggiorno

I tappeti per il salotto sono il perfetto connubio tra funzionalità ed eleganza. Sono complementi d’arredo utilissimi per rendere il soggiorno caldo, accogliente e dal sapore raffinato.

Avete ormai definito tutto l’arredamento del vostro salotto, dal divano al tavolo alla libreria, ma avete ancora la sensazione che manchi qualcosa? Una valida soluzione a questa sorta di horror vacui è completare il vostro arredamento con uno o più tappeti. In commercio è disponibile un’ampia scelta di tappeti in grado di riempire elegantemente gli spazi domestici, rispettando gusti ed esigenze specifiche.

Il tappeto come dichiarazione di stile

In passato i tappeti avevano una grande importanza all’interno delle abitazioni. Emblema della ricchezza di una famiglia, ne testimoniavano quindi l’agiatezza e il prestigio sociale. Oggi come allora, i tappeti in salotto sono uno di quei dettagli di che determinano il carattere e il gusto di chi li acquista.

Il tappeto in soggiorno è uno di quei complementi d’arredo che ha la capacità di trasformare completamente la stanza, regalando colore, armonizzando i volumi e creando continuità. I tappeti hanno inoltre questa capacità di rendere tutto intimo e accogliente. Per non parlare della piacevole sensazione di poggiare i propri piedi su una superficie calda e morbida, anziché sul freddo pavimento.

Scegliere il tappeto in base alle proprie abitudini

Prima di acquistare il vostro tappeto per il salotto è indispensabile che ne valutiate tutti gli aspetti pratici. Esattamente come per ogni altro arredo, infatti, i tappeti devono adattarsi allo stile di vita di chi abita la casa. Sfidare usura, macchie e la presenza di bambini o animali.

Che sia in stile moderno o classico, persiano o etnico, ogni tappeto per il soggiorno deve avere la giusta dimensione. Un modello troppo grande renderebbe la stanza piccola, mentre un tappeto troppo piccolo non verrebbe valorizzato in una zona living spaziosa. Provate a definire la superficie che ricoprirà il vostro tappeto con dei fogli di giornale. Vi darà un’idea delle dimensioni più adatte e della posizione migliore.

tappeto per il salotto

Se il vostro salotto è molto ampio, potrete utilizzare più tappeti di varie dimensioni e in diverse zone, per un risultato ecclettico e raffinato.

Il tappeto davanti al divano deve essere obbligatoriamente sempre più grandi del divano stesso, superandone abbondantemente il perimetro. Per calcolare la misura corretta occorre aggiungere 20 o 30 centimetri alla larghezza e alla lunghezza del divano. Se intendete inserire il tappeto sotto al divano, meglio che sia a tinta unita. I tappeti per il salotto a fantasia stanno meglio davanti al sofà, così da essere ammirati complessivamente.

L’abbinamento cromatico, invece, va fatto soprattutto rispetto al tipo di pavimentazione. Per un pavimento dai colori molto chiari bisognerà prediligere un tappeto dalle tonalità decise, brillanti o scure. Al contrario, su un pavimento scuro è consigliabile scegliere tonalità delicate, pastello.

Tappeti moderni o tappeti vintage?

La forma e lo stile del tappeto vengono scelti in base all’arredamento. Si passa dai tappeti classici, a quelli dai colori e dalle forme più moderne. Non c’è un codice unico di abbinamento: un tappeto moderno e di design si può perfettamente inserire in un arredamento classico, così come un tappeto persiano crea un contrasto molto raffinato in un soggiorno contemporaneo e minimal.

Nella scelta dei tappeti moderni per il soggiorno occorre considerare anche la distinzione in base alla lunghezza delle fibre: esistono tappeti a pelo lungo e a pelo corto. Un tappeto peloso è più soffice e caldo, perfetto quindi davanti al divano. Ma richiede una manutenzione maggiore ed è più soggetto all’usura.

Se invece volete osare con qualcosa di audace, i tappeti rotondi inseriscono nell’ambiente un elemento di discontinuità che si contrappone alle linee spezzate dei mobili. L’attenzione viene subito catturata dal tappeto, soprattutto se dai colori accesi.

Tappeti persiani: come riconoscerne la qualità

Tappeto persiano

Per avere un tappeto esclusivo nel proprio salotto bisogna fare attenzione alla qualità: che sia realizzato con filati o lane pregiate e ricchezza di dettagli nel disegno. I tappeti persiani rientrano in questa categoria poiché rappresentano tradizione, storia e lavoro artigianale.

Non è affatto semplice l’arte artigiana che è alla base della realizzazione dei tappeti persiani. Ed è fondamentale imparare a conoscerla per distinguere le diverse tipologie

Un primo aspetto da prendere in considerazione è l’annodatura. La trama dei tappeti persiani è infatti formata da migliaia di nodi: più sono fitti e ravvicinati, maggiore è il valore del tappeto.

I tappeti persiani sono caratterizzati da motivi geometrici e floreali regolari, con schemi di colori che si ripetono. E i disegni hanno dettagli complessi e minuziosi.

Il costo elevato dei tappeti persiani è dato dal lavoro artigianale molto impegnativo. Un tessitore veloce è in grado di fare mille nodi in un’ora. Di conseguenza, per completare un tappeto di medie dimensioni ci vogliono circa 18 mesi!

Potrebbe piacerti anche

Comments are closed.

Visualizza altro in:Pavimenti