Case e appartamentiElettrodomestici

Casa domotica: cosa non può mancare e perché conviene

Spegnere la luce con un comando vocale, accendere il riscaldamento con un click, fare la spesa controllando il contenuto del frigo a distanza: la casa domotica prende vita!

Per un’abitazione intelligente ci vogliono impianti ed elettrodomestici smart. Da un lato semplificano molte operazioni quotidiane, rendendole anche più divertenti e personali. Dall’altro questi elementi migliorano la qualità della vita e il comfort abitativo dentro casa.

L’Internet delle cose (IoT), infatti, connette alla rete una serie di oggetti moltiplicandone le funzioni e facilitandone l’utilizzo. Non solo singoli oggetti: gli impianti domotici rendono smart l’intera abitazione.

Per un lifestyle intelligente, con un occhio al risparmio energetico ed ecologico, la casa domotica è la soluzione ideale.

I vantaggi della domotica

Partiamo dalla base: la domotica è l’applicazione della tecnologia alla casa. In altre parole, all’interno dell’abitazione vengono inseriti elementi e sistemi altamente tecnologici che migliorano la qualità dell’abitare facilitando tutte le operazioni di gestione delle risorse e le attività domestiche. Si tratta di una scienza multi e interdisciplinare che incrocia l’ingegneria con l’architettura, il design, l’informatica e l’elettronica.

I vantaggi sono molteplici. Una smart home è un’abitazione ad alta efficienza energetica, cioè a parità di performance energetiche i consumi saranno ridotti e gli sprechi limitati. Una casa intelligente è sicura, perché può essere controllata a distanza; è comoda, perché elettrodomestici e impianti possono essere gestiti da remoto e in mobilità, con funzioni personalizzate. Inoltre, una cosa domotica è connessa: grazie a Internet instaura un dialogo tra i vari componenti e con l’esterno, per una qualità dell’abitare che migliora sempre di più.


Le funzioni di un sistema domotico per rendere la casa smart


Le abitazioni contemporanee di nuova costruzione sono dotate di, o vengono predisposte per, un sistema domotico completo e centralizzato. Cioè significa che è presente un sistema strutturale integrato che permetta di automatizzare le funzioni dell’unità abitativa in maniera veloce e digitale.

Alla base c’è un impianto elettrico cablato che collega tutti i dispositivi. Le linee di comunicazione e i dati convergono in un unico pannello di controllo dal quale è possibile accedere a ogni singolo dispositivo. Tutto ciò anche da remoto e lontano da casa, grazie alle applicazioni per dispositivi mobili che con pochi click permettono di monitorare la situazione.

Questo è particolarmente utile i sistemi d’allarme: gli impianti domotici sono in grado di rilevare, e conseguentemente segnalare, fughe di gas, presenza di fumo, picchi o cali energetici, chiudendo le valvole ed evitando incidenti. Oppure per la videosorveglianza, mettendo in sicurezza la casa da intrusioni e furti.

La presenza di un impianto domotico, inoltre, permette di regolare e ottimizzare i consumi, riducendo gli sprechi e minimizzando l’impatto ambientale. Questo si traduce in qualità abitativa superiore, sprechi minori e bolletta meno salata.

Ma è anche una questione di comodità e praticità. Le mani sono impegnate? Nessun problema, per accendere la luce basta un comando vocale! Le ricette preferite possono essere seguite sul display di un frigorifero smart o dettate dal frigo stesso. La lavatrice è carica ma proprio quella sera c’è un impegno inderogabile? Con un click si fa partire il lavaggio e si controlla che tutto vada a buon fine: la lavatrice smart ha le valvole di bloccaggio e i sistemi di allarme monitorabili anche a distanza. Dopo una stressante giornata di lavoro il divano chiama ma il telecomando è rimasto sul tavolo? Una richiesta gentile all’assistente vocale digitale e la serie tv preferita è in onda.

La casa domotica è intelligente

Cosa non può mancare, allora, in una casa domotica? Per migliorare l’efficienza energetica della propria casa non si può che partire da un termostato intelligente. Un sistema per controllare e regolare il riscaldamento della casa anche da remoto, personalizzando la temperatura dei vari ambienti, riducendo gli sprechi e ottimizzando i consumi. Una scelta davvero intelligente per risparmiare in bolletta e rispettare il pianeta.

Per chi ama cucinare, gli elettrodomestici smart da cucina sono sicuramente un valore aggiunto per la stanza e per la fantasia. Se posizionati a vista, sul giusto ripiano, conferiscono un tocco estetico di contemporaneità ed eleganza. Inoltre, incentivano a sperimentare nuove ricette, a cucinare in maniera salutare, a godersi piccoli momenti di felicità in compagnia. Per completare la cucina intelligente, infine, si può scegliere il frigorifero smart. Anche qui il vantaggio è duplice: risparmio energetico e alimentare da un lato, comodità dall’altro. Il frigorifero smart, infatti, ottimizza i consumi di energia e di cibo, permettendo di controllare il contenuto senza aprire lo sportello e anche a distanza.

Un’atmosfera da cinema in casa? Con le smart light bulbs è possibile! Le lampadine smart, infatti, non solo possono essere controllate a distanza, da smartphone e con comando vocale, ma permettono anche di regolare l’intensità della luminosità. Luce intensa in home office o in studio e luce soffusa in soggiorno per guardarsi il film preferito: ogni ambiente ha i suoi punti luce.

E per essere sempre connessi in ogni angolo della casa, assicurando la miglior funzionalità di tutti i device, il sistema mesh Wi-Fi è la soluzione ideale. Una rete a maglie che espande la copertura del segnale con tanti nodi, evitando zone morte e garantendo sempre la massima connettività.

Alessandro Chiarabini
Alessandro Chiarabini, 24 anni, due lauree e ancora tanta voglia di imparare. Il filo conduttore della mia formazione, dal liceo classico alla magistrale in pubblicità, passando per la triennale in filosofia, è sempre stata la comunicazione: comunicare significa condividere, entrare in relazione, stabilire un contatto. Per questo mi piace scrivere e raccontare di tutto quello che conosco e che vorrei conoscere: parlare è il modo migliore per aprire infinite possibilità di incontro. E cosa rappresenta l’unione e la convivialità meglio della casa? Quindi eccomi qua a parlare di arredamento, dettagli e sfumature, per entrare nelle case di tutti e conoscere, come diceva Wittgenstein, nuove “forme di vita”.

    Comments are closed.

    0 %